Nuova Casertana: contatto Marino-Figc

Il primo cittadino ha chiesto al presidente federale Gravina un titolo per la serie D

Il Sindaco Carlo Marino, in questi giorni di interminabile attesa, l’aveva annunciato: “attenderò l’esito del TAR e poi comunicherò quello su cui ho lavorato in queste settimane“. Le motivazioni del giudice monocratico del tribunale amministrativo, che ha respinto il ricorso della società rossoblù, apre scenari su cui il primo cittadino dovrà dare necessariamente risposta.

Non perdere il calcio all’ombra della Reggia è sicuramente in questo momento la priorità, inderogabile. Sarebbe l’immediata ra risposta ad una piazza che in queste settimane ha sofferto, e non poco, l’attesa e l’esito dei tribunali sportivi e ordinari. È cosi, notizia confermata dallo stesso Sindaco Marino, la richiesta inoltrata alla FIGC, nella persona del presidente Gabriele Gravina, di ottenere un titolo sportivo per iscrivere la nascente squadra rossoblù in serie D.

Richiesta accordata dallo stesso Gravina, che ha dato via libera per l’iscrizione in sovrannumero nella Lega Nazionale Dilettanti, primo passo per riprendere l’attività calcistica cittadina, così come previsto dall’articolo 52 delle NOIF. L’altro, quello altrettanto importante, riguarda la società a cui affidare il rilancio calcistico. Oggi, più che mai, memori di quanto accaduto in passato, chiediamo al Sindaco una scelta che prediliga programmi, solidità economica, ambizione, trasparenza, coinvolgimento del territorio. Rappresentano le basi per rilanciare, in modo credibile il calcio a Caserta. In caso contrario, il nostro pensiero è chiaro da tempo: fermarsi non è arrendersi, ma prendere atto che la piazza rossoblù merita ben altro di quello che oggi gli si vuole propinare. In bocca al lupo Sindaco.

Giovanni Fiorentino