Tar: nel pomeriggio di scena la Casertana

Le motivazioni del giudice monocratico saranno pubblicate nella mattinata di domani

Nella giornata di oggi davanti al giudice monocratico del Tar del Lazio le discussioni dei ricorsi presentati da Carpi e Casertana. In mattinata sarà la volta della società emiliana, mentre nel pomeriggio toccherà alla società rossoblù. Si sono perse le tracce, invece, del Novara: il club piemontese non ha corrisposto ai tesserati gli stipendi di giugno e sembra essersi tirato definitivamente fuori dalla battaglia legale per ottenere la riammissione in Lega Pro. Pronto per i colori biancoazzurri il piano B per la ripartenza dalla Quarta serie.

Per quanto riguarda le altre già bocciate sensazioni differenti: il Chievo andrà avanti dinanzi al Consiglio di Stato, ma la Figc non ha atteso l’ulteriore grado di giudizio. Svincolati d’ufficio tutti i calciatori e riammesso il Cosenza in serie B. La Sambenedettese, invece, dovrebbe essere arrivata al capolinea: nella motivazione del Tar non solo è stata confermata l’illegittima compensazione dei crediti IVA di soggetti terzi con i contributi previdenziali, ma è stato ulteriormente evidenziato che la società marchigiana era stata avvisata ben prima del 28 giugno dell’impossibilità di tale procedura.

Per le motivazioni di Carpi e Casertana con ogni probabilità bisognerà attendere domani, probabilmente in mattinata. La Lega Pro non perderà ulteriore tempo e già ieri predisposta la graduatoria dei ripescaggi che saranno ufficializzati nel pomeriggio di domani: nell’ordine Latina, Lucchese, Andria, Pistoiese e Siena.

Per sabato la composizione dei gironi, mentre nella giornata di lunedì prossimo, 9 agosto, la stesura dei calendari.

Redazione