Casertana: continua l’estate calda tra manifestazione, repliche e smentite

Dopo la conferenza-stampa di D’Agostino non si sono fatte attendere le risposte dei soggetti interessati

Un’altra giornata intensa quella di ieri sui fatti che riguardano la Casertana. Nel pomeriggio la manifestazione di piazza Vanvitelli organizzata dai tifosi: tanti quelli presenti che hanno espresso i loro dubbi e timori su quello che potrebbe essere il futuro del calcio nel capoluogo di Terra di Lavoro.

Una delegazione di sostenitori è stata anche ricevuta da Carlo Marino, primo cittadino di Caserta: richiesta a chiare lettere – sia in caso di permanenza in Lega Pro che nell’eventualità di ripartenza dalla serie D – una nuova gestione del club che costituisca un taglio col passato rappresentato da Giuseppe D’Agostino. Speranza comune quella che sia accolto il ricorso al Collegio di Garanzia del Coni e che la Casertana possa essere ancora ai nastri di partenza del prossimo campionato di serie C.

Tifosi e Sindaco, quindi, ma non solo. Non si è fatta attendere la risposta dell’avvocato Franco Capasso, additato dalla proprietà della Casertana come principale responsabile della mancata iscrizione della società rossoblù alla Lega Pro. Nella replica affidata ad uno studio legale casertano si legge “sarebbe bastata la semplice lettura degli atti e dei documenti che ineriscono la vicenda giudiziaria che tuttora vede coinvolta la Casertana Fc e di cui certamente, la società ha contezza e disponibilità, essendone parte in causa, per appurare l’infondatezza e la falsità di quanto affermato dal D’Agostino“.

Infine, per ultimo, il coup de theatre di Nello Martone – amministrativo, direttore generale, direttore sportivo (e chi più ne ha più ne metta) della Casertana Fc – che nella giornata di ieri, smentendo di fatto quanto dichiarato dallo stesso D’Agostino nella conferenza-stampa di due giorni fa – ha postato sui canali social l’accordo integrativo datato 20 gennaio 2021 che lo lega (o quantomeno l’avrebbe legato) al club rossoblù fino alla stagione calcistica 2024/2025. Cifre importanti per ogni stagione a cinque zeri – quindi da top-player – soprattutto per il biennio 2023/2025. A questo punto, per completezza di informazione, se Martone volesse cortesemente postare anche il primo accordo (con relative cifre) sottoscritto appena nove giorni prima – 11 gennaio – si riuscirebbe ad avere un quadro ancora più chiaro della situazione e del piano di fuga.

Bibì, Cocò e C...