Solo le montagne non si incontrano mai…

C’eravamo ieri, ci siamo oggi e ci saremo anche domani: altri non possono dire la stessa cosa

Parlare, spiegare, chiarire e, soprattutto, documentare. Questo avevamo chiesto a Giuseppe D’Agostino non più di una settimana fa dopo la bocciatura da parte della Figc all’iscrizione della Casertana al prossimo campionato di Lega Pro.

D’Agostino ha parlato, spiegato, chiarito e… documentato. Corposo il fascicolo messo a disposizione della stampa; altrettanto chiaro il j’accuse nei confronti dell’ex socio del club rossoblù Franco Capasso e, tra le righe, nei confronti di un altro soggetto (al momento ignoto ai più, non a noi…) che si sarebbe adoperato, senza successo, per consentire alla Casertana di ottenere il documento a garanzia da parte di un istituto di credito cooperativo.

Mal consigliato, truffato o semplice dabbenaggine sarà la storia a dirlo. Che la battaglia dal punto di vista sportivo sia arrivata prossima al termine è pacifico (la data fissata per l’udienza del Collegio di Garanzia del Coni è quella del prossimo 26 luglio); che il conflitto possa proseguire anche in sede civile e penale e forse anche amministrativa è un dato di fatto anche questo anticipato negli articoli del nostro sito.

Resta la consapevolezza di non avere ancora chiaro il quadro definitivo della situazione, che qualcosa non sia stato detto o che qualcuno abbia necessità di dire la sua sull’argomento o che, ancora, si muoia dalla voglia di esibire qualche documento che, magari, è già in nostro possesso. Oggi come in passato siamo open, aperti ad ogni tipo di confronto con chiunque, con la medesima consapevolezza di non farci mettere l’anello al naso da nessuno come nel nostro stile.

Già perchè come evidenziato anche nel corso della conferenza-stampa di ieri prima (molto prima…) che esponenti dei media, noi siamo tifosi di questa maglia, della nostra Casertana. C’eravamo ieri, ci siamo oggi e ci saremo anche domani: la stessa cosa non possono (e non potranno mai) dirla altri personaggi che a Caserta abbiamo visto solo di passaggio.

Di una cosa, però, siamo sicuri: solo le montagne non si incontrano mai…

Tom & Jerry (ed il terzo giornalaio)