Dal 2022/2023 parte la riforma dei campionati

Prossima stagione propedeutica alla rivoluzione: la Serie C diventerà semi-professionistica. Le migliori di Lega Pro nel campionato di B2

Mentre Caserta calcistica continua a domandarsi se, come e quando potrà ripartire il pallone nel capoluogo di Terra di Lavoro, nei prossimi giorni dovrebbe andare definitivamente in cantiere la riforma dei campionati voluta dal presidente federale Gabriele Gravina.

La prossima stagione 2021/2022 sarà propedeutica alla rivoluzione prevista per il successivo campionato 2022/2023. In programma una drastica riduzione delle società dell’area professionistica che andrà ad interessare anche la massima serie (si passerà dalle attuali venti squadre a diciotto) con ripercussioni, ovviamente, anche nelle categorie inferiori.

Ci sarà una serie B1 (o categoria cadetta d’élite) ed una B2 che coinvolgerà le società che avranno ottenuto il migliori piazzamento nei tre gironi di Lega Pro. La serie C, di conseguenza, diventerà una categoria semi-professionistica, anche se al momento non è chiaro sia il numero di gironi che di squadre partecipanti.

Redazione