Casertana&Paganese: un pareggio che non cambia nulla

I falchetti senza vincere perdono l’accesso alla Coca Cola Cup: al primo turno “play-off” si tornerà in trasferta a Castellammare di Stabia

CASERTANA – PAGANESE 1-1

Casertana (4-3-3): Zivkovic; Hadziosmanovic (De Vivo 89′), Buschiazzo, Carillo, Rillo (Polito 70′); Icardi (Santoro 62′), Bordin, Varesanovic; Pacilli (Longo 70′), Castaldo (De Lucia 89′), Cuppone. A disp. Avella, Saracino, Izzillo, De Sarlo, Ciriello, Matese, Polito, Del Grosso, Longo. All. Guidi

Paganese (3-5-2): Baiocco; Cigagna (Cernuto 57′), Sbampato, Sirignano (Schiavino 89′); Carotenuto, Bonavolontà (Scarpa 80′), Gaeta, Bramati (Volpicelli 57′), Mattia; Mendicino (Raffini 57′), Guadagni. A disp. Campani, Esposito, Squillace, Onescu, Curci. All. Di Napoli

Arbitro: Moriconi di Roma 2

Reti: Pacilli (C) 10′, Guadagni (P) 38′ su rigore

Ammoniti: Rillo (C, 34′), Buschiazzo (C, 84′); Sirignano (P, 88′)

CASERTA – Pari e patta tra Casertana e Paganese nel derby campano disputato al Pinto e valido per l’ultima giornata di campionato. Un pareggio che, alla fine, va bene ad entrambe le formazioni anche se i rossoblù non riescono a centrare l’accesso alla Coca Cola Cup (la Coppa Italia riservata alle formazioni di A e B). Per la Casertana un risultato che non modifica il decimo posto della Casertana al termine della regular-season: nella griglia dei play-off la formazione rossoblù troverà, quindi, la Juve Stabia dopo un saliscendi di risultati che avevano ipotizzato prima un confronto col Bari e poi col Catania. Per la Paganese, invece, un punto che consente di tenere a distanza il Bisceglie e chiudere il campionato con un miglior piazzamento play-out rispetto ai nerazzurri pugliesi.

Nelle formazioni di partenza turn-over nella Casertana dove partono dalla panchina Avella, Santoro e Del Grosso sostituiti da Zivkovic, Bordin e Rillo. Per quanto riguarda la Paganese out lo squalificato Diop con Bramati che viene preferito ad Onescu.

Primo tempo – le prime conclusioni di tutto l’incontro sono della Casertana: ci prova da distanza siderale Bordin, dopo un contrasto vinto sulla linea mediana, col pallone che termina di pochissimo a lato (5′). Poi tentativi poco fuori dall’area di rigore di Icardi (6′, pallone sul fondo non di molto) ed ancora Bordin (7′, blocca Baiocco a terra). Passa, quindi, la Casertana: altro pallone recuperato da Bordin a centrocampo e passaggio sulla destra per Pacilli tenuto in gioco dall’altra parte da Cicagna. L’ex Viterbese si accentra e da poco dentro l’area di rigore manda il pallone nell’angolino alla destra di un immobile Baiocco (10′). Altri pochi minuti e pallone in profondità per Cuppone che anticipa anche l’estremo difensore azzurrostellato, ma si allarga troppo sulla sinistra. Sul successivo passaggio al centro per Icardi l’azione sfuma (15′). La Paganese si fa vedere al 21′: traversone insidioso di Mattia dalla sinistra con tre avanti ospiti che soli davanti a Zivkovic non trovano la deviazione vincente. Poi conclusione dalla distanza ancora di Mattia sulla quale il portiere rossoblù non si lascia sorprendere (28′). Poco prima dell’intervallo la Paganese usufruisce di un calcio di rigore per contatto tra Rillo e Guadagni in area.  Dal dischetto degli undici metri lo stesso Guadagni realizza nonostante il tentativo di Zivkovic che sfiora soltanto la sfera (38′). La Paganese, dopo il pari, si riversa nuovamente in avanti sfiorando il raddoppio; in mischia Bonavolontà colpisce in pieno il palo alla destra del portiere casertano (40′). Poi tocca alla Casertana andare vicina al gol: Cuppone recupera un pallone in prossimità della linea di fondo e mette in mezzo un traversone teso sul quale Pacilli arriva col piede sbagliato mettendo sul fondo (44′). E su questa occasione termina la prima frazione di gioco.

Secondo tempo – ad inizio ripresa Casertana vicina al gol con Cuppone ben servito da Icardi: l’attaccante tenta la conclusione di prima intenzione trovando Baiocco pronto alla respinta (51′). Poi una bella combinazione Pacilli-Cuppone con la Casertana che riesce a conquistare solo un tiro dalla bandierina (55′). Sul successivo corner di Pacilli colpo di testa in tuffo di Buschiazzo: il portiere azzurrostellato si allunga alla sua sinistra e mette nuovamente sul fondo (56′). Un minuto dopo un cambio per reparto nella Paganese: dentro Cernuto, Volpicelli ed in avanti Raffini. Qualche minuto dopo dentro Santoro, alla sua centesima presenza in maglia rossoblù (62′). A poco più di un quarto d’ora dalla fine si rivede la Paganese in azione di contropiede: Guadagni mette in mezzo dalla destra, ma il colpo di testa di Raffini è troppo centrale per impensierire Zivkovic (74′). Nelle battute conclusive (89′) c’è spazio, infine, per gli esordi in maglia rossoblù dei giovani De Lucia (2001) e De Vivo (2003). Dopo tre minuti di recupero finisce 1-1.

Nella foto @GiuseppeScialla l’esultanza della formazione rossoblù dopo il vantaggio siglato da Pacilli

Giovanni Fiorentino