L’arbitro ci mette del suo, la Casertana pure. Figuraccia a Viterbo

Partita condizionata da una direzione di gara assolutamente insufficiente, ma il match della “vendetta” per i falchetti si trasforma in una serata di gloria per i laziali

VITERBESE – CASERTANA 5-2

Viterbese (4-3-2-1): Daga; Baschirotto, Mbende, Camilleri (Bianchi 87′), Urso; Adopo (Besea 66′), Salandria, Palermo (Ammari 22′, Bezziccheri 87′); Simonelli (Tassi 66′), Murilo; Tounkara. A disp. Bisogno, Bianchi, De Santis, Falbo, Zanon, M. Menghi, Porru, Rossi. All. Maurizi

Casertana (4-3-3): Avella; Hadziosmanovic, Buschiazzo, Carillo, Del Grosso; Matese (Longo 80′), Santoro, Icardi (Izzillo 66′); Pacilli (Turchetta 66′), Matos (Castaldo 66′), Rosso (Rillo 46′). A disp. Dekic, Zivkovic, Ciriello, De Vivo, Polito, Bordin, Varesanovic, Longo. All. Guidi

Arbitro: Fiero di Pistoia

Reti: Mbende (V) 3′, Pacilli (C) 9′, Murilo (V) 46′ pt, Matos (C) 54′, Simonelli (V) 64′, Tounkara (V) 68′, Tassi (V) 90′

Ammoniti: Camilleri (V, 37′), Murilo (48′); Icardi (C, 31′), Del Grosso (C, 47′ pt), Del Grosso (C, 47′ pt)

Espulso: Del Grosso (C, 47′ pt) per doppia ammonizione

VITERBO – Doveva essere la partita della vendetta dopo l’inopinata sconfitta del girone di andata, con la Casertana costretta a scendere in campo lo scorso mese di dicembre in appena nove uomini disponibili. Il monday-night si trasforma, invece, in una serata di gloria per la Viterbese anche (e magari soprattutto) a causa di una direzione di gara assolutamente insufficiente che ha graziato i gialloblù laziali di ben due espulsioni punendo, invece, gli uomini di Guidi con il cartellino rosso mostrato al termine del primo tempo a Del Grosso. Insomma l’arbitro Fiero ci ha messo sicuramente del suo per rendere amara la serata dei falchetti; non da meno la stessa Casertana che torna a casa con cinque reti sul groppone frutto di altrettante (evitabili) disattenzioni difensive.

Primo tempo caratterizzato da un botta e risposta iniziale: sblocca il risultato Mbende a cui replica Pacilli con un gioiello balistico da distanza siderale. La Casertana prende il sopravvento a metà frazione sfiorando il raddoppio, mentre poco prima dell’intervallo succede tutto ed il contrario di tutto: la Viterbese si vede neutralizzare da Avella un rigore di Tounkara e poi in pieno recupero si riporta in avanti con un preciso colpo di testa di Murilo. Poi la Casertana resta in dieci per l’ingenua espulsione di Del Grosso. Nella ripresa parte bene la formazione rossoblù raggiungendo subito il pareggio con Matos, ma poi sale in cattedra la Viterbese che si riporta avanti di due lunghezze con le reti in rapida successione di Simonelli e Tounkara e chiude con largo anticipo l’incontro a suo favore. Giusto al 90′ la quinta rete di Tassi.

Per quanto riguarda le formazioni nella Casertana partono dalla panchina Izzillo, Turchetta e Castaldo. In avanti seconda da titolare per Matos che viene affiancato sul fronte offensivo dall’ex Pacilli e da Rosso. A centrocampo rientra Santoro dopo il turno di stop disciplinare. Maurizi, nella gara che segna il suo ritorno alla conduzione tecnica della Viterbese, non cambia nulla rispetto al suo predecessore Taurino: l’unica novità è costituita da Camilleri che torna nell’undici di partenza al posto di Bianchi.

Primo tempo – alla prima occasione passa la Viterbese, ma le proteste sono tutte della Casertana per un calcio di punizione a dir poco regalato dall’arbitro Fiero dopo un intervento deciso ma pulito di Carillo su Tounkara. Battuta corta al limite dell’area per Simonelli e da questi in mezzo per la testa di Mbende che insacca da due passi (3). La Viterbese insiste, ma pure in questo caso l’azione pare viziata da un fallo di Tounkara ai danni di Del Grosso: l’attaccante tenta la conclusione quasi dalla linea di fondo, ma Avella respinge a pugni chiusi (6′). Pulita, invece, l’occasione che capita ai padroni di casa qualche minuto dopo: Simonelli difende un buon pallone poco dentro l’area ed appoggia al limite per Murilo che cerca la conclusione. Palla che coglie in pieno la traversa (8′). Ma un minuto dopo la Casertana impatta con una botta di Pacilli dalla lunghissima distanza che Daga riesce soltanto a sfiorare (9′). A metà del primo tempo problemi muscolari per Palermo costretto ad uscire dalla contesa con largo anticipo. Al suo posto dentro Ammari (22′). Subito dopo buon lavoro di Rosso sulla corsia mancina in prossimità della linea di fondo: traversone in mezzo e colpo di testa di Carillo troppo centrale per impensierire Daga che blocca a terra (23′). Stavolta ad insistere è la Casertana che ci prova prima con un piattone di Icardi dal limite dell’area (pure questo facile preda dell’estremo difensore viterbese) ed a seguire con un altro tentativo di Pacilli deviato in angolo all’ultimo istante da un difensore (24′). Poco prima dell’intervallo la partita si accende: con un calciatore gialloblù a terra la Casertana prosegue l’azione con Del Grosso che mette al limite dell’area. Duro intervento di Camilleri ai danni di Matese: per il difensore ex Vibonese scatta l’ammonizione, ma il fallo era da rosso diretto (37′). Quando manca poco alla fine del primo tempo l’arbitro non vede l’ennesimo fallo di Tounkara ai danni di Del Grosso: l’azione prosegue con un pallone filtrante in area per Murilo. Contatto con Buschiazzo ed è (giusto) calcio di rigore. Dal dischetto degli undici metri la conclusione di Tounkara è abbastanza angolata, ma Avella si distende sulla sua destra e riesce a respingere (42′). Il primo tempo sembra chiudersi con una conclusione dalla distanza di Rosso: palla che batte sul terreno di gioco, ma schizza sul fondo poco distante dal palo alla destra di Daga (44′), ma in pieno recupero su azione dalla bandierina passa ancora la Viterbese con un preciso colpo di testa di Murilo che in elevazione si infila tra Icardi e Buschiazzo (46′ pt). Subito dopo saltano i nervi a Del Grosso: prima un fallo evitabilissimo ai danni di uno scatenato Murilo. Poi l’applauso polemico nei confronti del direttore di gara che gli costa il doppio giallo e la conseguente espulsione che lascia la Casertana in inferiorità numerica per tutta la seconda frazione di gioco (47′ pt).

Secondo tempo – ad inizio ripresa subito un cambio per la Casertana: fuori Rosso ed al suo posto Rillo che prende il posto in difesa di Del Grosso (46′). Ancora scintille in campo con un calcio a palla lontana di Murilo ai danni di Hadziosmanovic. Altro giallo nei confronti dell’attaccante brasiliano, ma anche in questo caso il fallo era da espulsione (48′). Per il pareggio della Casertana bisogna attendere qualche minuto: punizione battuta lunga in area da Pacilli. La sponda di testa è di Carillo con Matos, tenuto in gioco da Baschirotto, che da sotto misura infila nuovamente Daga (54′). Poi passa di nuovo la Viterbese: il movimento iniziale è di Tounkara che brucia con una finta Carillo al limite dell’area ed appoggia ad Urso. Da questi assistenza per Simonelli e palla in fondo al sacco a porta sguarnita (64′). Guidi, a questo punto, cambia ben tre elementi: dentro Izzillo, Turchetta e Castaldo che prendono il posto rispettivamente di Icardi, Pacilli e Matos (66′). Neanche il tempo di risistemarsi in mezzo al campo e la Viterbese mette a segno la quarta rete con Tounkara che infila nuovamente Avella anticipando Carillo su traversone dalla sinistra del neo entrato Tassi (68′). Negli ultimi dieci minuti c’è spazio anche per un attaccante in più (Longo) al posto di un centrocampista (Matese, 80′), ma la Casertana non ne ha più. Anzi è la Viterbese a sfiorare la quinta rete prima con Murilo (86′, palla deviata in angolo da Buschiazzo) e poi con Tassi (87′, colpo di testa sul susseguente tiro dalla bandierina che sfiora il palo alla destra di Avella). Per il quinto gol bisogna attendere giusto il 90′: palla persa da Buschiazzo al limite in uscita. Murilo infila nel corridoio per Tassi che solo davanti ad Avella non sbaglia (90′). Finisce 5-2: che scoppola

Nella foto @GiuseppeScialla l’esultanza di Pacilli insieme ai compagni di squadra dopo la prima realizzazione della Casertana al “Rocchi” di Viterbo

Giovanni Fiorentino