Un punto a testa per Vibonese e Casertana

Primo tempo senza emozioni. Nella ripresa sblocca il risultato Santoro ed impatta immediatamente Parigi

VIBONESE – CASERTANA 1-1

Vibonese (4-4-2): Marson; Ciotti, Sciacca, Redolfi, Mahrous; Laaribi, Ambro (Bachini 70′), Statella (Cattaneo 32′), Tumbarello (Murati 85′); Parigi (Spina 85′), Plescia. A disp. Mengoni, Falla, Fomov, Leone, Di Santo, Mancino, Berardi, La Ragione. All. Roselli

Casertana (4-3-3): Avella; Hadziosmanovic, Buschiazzo, Carillo, Del Grosso; Icardi, Santoro, Matese (Varesanovic 78′); Pacilli (Rosso 60′), Cuppone (Longo 78′), Turchetta (Matos 73′). A disp. Dekic, Zivkovic, Ciriello, Polito, Rillo, De Lucia, De Sarlo. All. Guidi

Arbitro: Pirrotta di Barcellona Pozzo di Gotto

Reti: Santoro (C) 53′, Parigi (V) 54′

Ammoniti: Parigi (V, 80′); Cuppone (C, 28′), Matese (C, 68′)

VIBO VALENTIA – Un punto che alla fine può andare bene ad entrambe: muovono la classifica sia Vibonese che Casertana. Per la compagine calabrese è il quarto pareggio consecutivo dopo l’avvento di Roselli alla conduzione tecnica; per i rossoblù di Terra di Lavoro il quarto dell’intera stagione e che mancava dallo scorso mese di ottobre.

Primo tempo povero di emozioni tra due squadre che danno l’impressione di non voler spingere e, soprattutto, non volerle… prendere. Tanto possesso-palla da parte della Casertana con una Vibonese che tenta, senza grossa fortuna, qualche sortita in contropiede. Ad inizio ripresa due fiammate: passa per prima la Casertana (complice un errore del portiere calabrese) ed impatta immediatamente la compagine locale (anche a causa di una dormita della retroguardia rossoblù). Si teme di rivedere un film già visto a Torre del Greco, ma alla fine il risultato non cambia più nonostante qualche buona iniziativa della compagine di Guidi sventata da Marson.

Relativamente alle formazioni di partenza nella Casertana la novità è rappresentata dall’inserimento sin dal primo minuto di Pacilli al posto di Rosso. Cambia qualcosa, invece, la Vibonese: solo panchina per Berardi con coppia d’attacco fisica composta da Parigi e Plescia. In difesa Mahrous preferito a Bachini con una retroguardia che si presenta a quattro.

Primo tempo – la prima conclusione a rete è della Casertana: Del Grosso vede Marson fuori dai pali e tenta un tiro-cross che appare destinato all’incrocio alla sinistra dell’estremo difensore vibonese. Il portiere, però, ci arriva e mette in angolo (5′). Poi  ci prova Hadziosmanovic con una conclusione forte: il pallone. calciato dal vertice destro dell’area dei padroni di casa, passa non molto lontano dalla porta calabrese (8′). Proteste, a seguire, negli ultimi sedici metri locali per un contatto Sciacca-Cuppone: lamenta una trattenuta l’attaccante casertano, ma l’arbitro è di parere inverso e concede un calcio piazzato ai padroni di casa (17′). Molto pericolosa la Vibonese qualche minuto dopo con un cross basso di Plescia (forse un controllo col braccio da parte dell’attaccante ex Renate) dalla destra che non trova pronto all’appuntamento il compagno di reparto Parigi. La difesa della Casertana riesce ad allontanare (19′). Altre proteste anche in area casertana con la formazione calabrese che lamenta un tocco di mano di Del Grosso su colpo di testa di Statella: anche in questa occasione il direttore di gara lascia proseguire (25′). Qualche secondo dopo bella rovesciata di Plescia che è troppo debole e centrale per impensierire Avella (26′). Poco dopo la mezz’ora Roselli è costretto alla prima sostituzione con Statella che si ferma per un problema di natura muscolare. Al suo posto dentro Cattaneo. Poco prima dell’intervallo buona opportunità per la Casertana con un colpo di testa di Cuppone di poco alto su traversone proveniente dalla destra: l’arbitro, però, ferma il gioco per una giusta posizione di off-side dell’attaccante rossoblù (37′). Il primo tempo non offre più nulla e le due squadre, dopo due minuti di recupero, vanno negli spogliatoi.

Secondo tempo – ad inizio ripresa nessun cambio da parte dei due tecnici. Ci prova subito la Casertana con una conclusione di Icardi dai venti metri: buono il tiro ma è attento Marson che blocca in presa bassa (48′). Poi passa la Casertana grazie ad un calcio piazzato conquistato da Pacilli. La battuta è di Santoro: il pallone scavalca la barriera e rimbalza proprio davanti a Marson ingannando l’estremo difensore calabrese che vede il pallone terminare in rete (53′). Neanche il tempo di esultare e la Vibonese impatta: Plescia di testa per Parigi in posizione centrale. La chiusura di Buschiazzo è tutt’altro che efficace a differenza della botta di destro dell’attaccante locale che fulmina alla destra di Avella (54′). Guidi, a questo punto, prova a tornare all’antico con l’inserimento di Rosso per Pacilli: è la prima sostituzione operata dalla Casertana (60′). La formazione ospite si rivede qualche minuto dopo nell’area avversaria: traversone dalla trequarti di Buschiazzo e spizzicata di testa di Cuppone che sorvola di non molto la traversa (65′). Ancora Casertana a seguire anche se Marson ci mette ancora del suo con una uscita a dir poco avventurosa quasi al limite dell’area di rigore. Il successivo tiro è di Icardi ma trova, stavolta, il portiere ex Cesena alla ribattuta (68′). La Casertana ancora pericolosa all’83′ con una botta del neoentrato Longo: risponde in angolo Marson. Il duello si ripete a distanza di qualche secondo, ma stavolta la conclusione dell’attaccante casertano è troppo centrale per rendere difficile il lavoro al portiere calabrese (84′). I quattro minuti di recupero concessi dal direttore di gara non modificano il risultato.

Giovanni Fiorentino