Casertana, una vittoria con i fiocchi (di neve)…

La formazione rossoblù torna al successo superando il Teramo che chiude in nove uomini

CASERTANA – TERAMO 2-0

Casertana (4-3-3): Avella; Hadziosmanovic (Polito 77′), Konate, Carillo, Del Grosso; Izzillo, Santoro, Icardi (Matese 68′); Rosso (Buschiazzo 92′), Cuppone (Matos 68′), Turchetta. A disp. Dekic, Zivkovic, De Sarlo, Varesanovic, De Lucia, Pacilli, Rillo, Longo. All. Guidi

Teramo (4-3-3): Lewandovski; Vitturini, Trasciani, Piacentini, Tentardini; Santoro, Arrigoni, Costa Ferreira (Diakitè 56′); Bombagi (Kyeremateng 80′), Pinzauti (Birligea 62′), Ilari. A disp. Valentini, Cappa, Di Francesco, Bellucci, Di Matteo, Viero, Lombardi, Gerbi. All. Paci

Arbitro: Saia di Palermo

Reti: Cuppone (C) 49′, Turchetta (C) 94′

Ammoniti: Matese (C, 81′), Polito (C, 95′); Trasciani (T, 21′), Vitturini (T, 26′, 41′)

Espulsi: Vitturini (T, 41′, doppia ammonizione), Piacentini (T, 83′, condotta violenta)

CASERTA – Dimenticare Terni. E la Casertana c’è riuscita nel migliore dei modi superando un coriaceo (fin troppo) Teramo che nonostante la doppia inferiorità numerica fino all’ultimo ha cercato di mettere in discussione la vittoria dei falchetti.

Primo tempo in cui la Casertana spreca due chiare occasioni da rete con Cuppone e che vede il Teramo chiudere in inferiorità numerica per l’espulsione di Vitturini. Seconda frazione di gioco sotto una sensibile nevicata con Cuppone che approfitta di un errore di Costa Ferreira per sbloccare il risultato in favore della compagine di Guidi. Vantaggio che la Casertana manterrà (anzi aumenterà con la rete di Turchetta) fino alla conclusione sfruttando anche la seconda espulsione ai danni di Piacentini.

Formazione di partenza annunciata per la Casertana: al posto di Castaldo (neanche convocato per un problema al ginocchio) c’è Cuppone. Nel Teramo solo panchina per Diakitè il cui posto al centro della difesa viene preso da Trasciani.

Primo tempo – la prima nitida occasione dell’incontro è per la formazione rossoblù con Cuppone che si presenta solo davanti a Lewandovski dopo un passaggio sul filo del fuorigioco di Rosso. L’attaccante rossoblù prova a piazzarla nell’angolino, ma l’estremo difensore teramano si allunga alla sua sinistra e respinge la conclusione (4′). La replica biancorossa arriva qualche minuto dopo: scambio al limite con Costa Ferreira e rasoiata di sinistro di Bombagi che finisce sul fondo di pochissimo alla sinistra di Avella (11′). Molto più pericolosa la compagine ospite dopo una palla conquistata da Trasciani poco dopo la linea mediana: il difensore avanza, chiede ed ottiene lo scambio con un compagno e si presenta in area tentando il pallonetto su Avella in uscita: pallone che sorvola di pochissimo il montante spegnendosi sul fondo (23′). Poi il tentativo di Bombagi direttamente su calcio piazzato da posizione defilata che passa alto sulla traversa (25′). Giusto alla mezz’ora conclusione a sorpresa di Rosso: buona l’intenzione, ma la sfera termina di non molto sul fondo. Il Teramo si fa vedere in area rossoblù con Pinzauti, ma è tempestiva l’uscita di Avella ad anticipare l’attaccante ex Novara (36′). Poi al 38′ ottima assistenza di Izzillo per Icardi al limite: il tiro, però, viene deviato in angolo. Sul susseguente tiro dalla bandierina trattenuta in area su Carillo, ma il direttore di gara lascia proseguire. Tegola sul Teramo quando manca poco all’intervallo: Vitturini, già ammonito in precedenza per una azione fallosa su Turchetta, commette un altro fallo da giallo ai danni di Izzillo e guadagna anticipatamente gli spogliatoi lasciando in inferiorità numerica la compagine di Paci (41′). La formazione ospite rischia di capitolare al 44′ quando Cuppone si divora un’altra occasione da gol spedendo (solo) di testa a lato un traversone dalla destra di Hadziosmanovic. Dopo un minuto di recupero si chiude la prima frazione di gioco.

Secondo tempo – nessuna sostituzione ad inizio ripresa nelle due formazioni. Subito una iniziativa di Izzillo che parte dalla sinistra, supera il marcatore diretto e prova la conclusione a giro che termina di pochissimo a lato (48′). Un minuto dopo passa la Casertana, ma ci vuole un errore di Costa Ferreira (arretrato sulla linea di retroguardia dopo il rosso a Vitturini): tentativo di retropassaggio del portoghese verso Lewandovski sul quale si avventa Cuppone. Tocco di esterno destro e pallone in fondo al sacco per il vantaggio dei falchetti (49′). Paci a questo punto prova a cambiare qualcosa con gli inserimenti prima di Diakitè e poi di Birligea, quest’ultimo al posto di un Pinzauti decisamente sotto tono (62′). Il Teramo si fa rivedere dalle parti di Avella con un calcio piazzato di Bombagi destinato sotto la traversa: bravo il portiere casertano a mettere in angolo (67′). In termini di sostituzioni la risposta di Guidi è con Matese e Matos che prendono il posto rispettivamente di Icardi e Cuppone (68′). A seguire una occasionissima per il Teramo: pallone vagante in area rossoblù che finisce a Birligea. Il diagonale dell’attaccante rumeno sembra a botta sicura, ma si immola Del Grosso che riesce a mettere in angolo (73′). Il Teramo insiste con Arrigoni che, dopo aver rubato palla ad Izzillo, conclude a lato dai venti metri (78′). A questo punto la panchina ospite gioca il tutto per tutto inserendo l’altro attaccante Kyeremateng, all’esordio in campionato dopo il tesseramento avvenuto nei giorni scorsi (80′). Eppure è la Casertana a sfiorare il raddoppio con Izzillo che con una gran legnata di sinistro coglie il palo (82′). Sul ribaltamento di fronte incursione in area del neoentrato Kyeremateng, ma la difesa casertana riesce a chiudere in qualche modo. Poi una entrata violenta di Piacentini ai danni di Matese che porta il direttore di gara a sventolare il secondo rosso nei confronti di un calciatore abruzzese (83′). Giusto al 90′ il Teramo si conquista un calcio di punizione dal limite per atterramento di Konate ai danni di uno sgusciante Birligea. Il doppio tentativo di Arrigoni viene smorzato dalla barriera e consente l’intervento facile di Avella. Nei cinque minuti di recupero continua l’assalto della compagine ospite, ma la Casertana resiste e trova il raddoppio con Turchetta con una botta diagonale da sinistra (94′).

Nella foto @GiuseppeScialla Cuppone in azione contro il Teramo nella sfida disputata al “Pinto”

Giovanni Fiorentino