La Casertana vede… Rosso. Battuto il Potenza

Successo di misura dei falchetti a spese della formazione lucana guidata da Capuano

CASERTANA – POTENZA 1-0

Casertana (4-3-3): Avella; Hadziosmanovic, Konate, Carillo, Del Grosso; Icardi, Santoro, Izzillo (Matese 73′); Rosso (Rillo 94′), Castaldo (Cuppone 46′), Turchetta (Polito 91′). A disp. Dekic, Zivkovic, De Lucia, Varesanovic, Pacilli, Longo, Matos. All. Guidi

Potenza (3-5-2): Marcone; Conson (Nigro 46′), Gigli, Panico; Coccia, Coppola (Bruzzo 64′), Sandri (Romero 48′), Ricci, Sepe; Volpe (Di Livio 64′), Salvemini. A disp.  Brescia, Santopadre, Di Somma, Noce, Fontana, Bucolo, Cavaliere, Lauro. All. Capuano

Arbitro: Ubaldi di Roma 1

Rete: Rosso (C) 21′

Ammoniti: Rosso (C, 52′), Turchetta (C, 68′), Konate (C, 70′), Avella (C, 83′); Panico (P, 34′)

CASERTA – La Casertana mette nel dimenticatoio la sconfitta di Foggia e supera, sia pure di misura, il Potenza. Rispettata anche un’altra tradizione, quella che vede il tecnico lucano Eziolino Capuano sempre sconfitto al Comunale di viale Medaglie d’Oro.

Primo tempo molto combattuto tra le due formazioni. La Casertana colpisce con Rosso e sfiora il raddoppio in almeno due occasioni; i lucani, da parte loro, si renderanno molto pericolosi poco prima dell’intervallo sfiorando il pareggio con Ricci. Nella ripresa, dopo un’altra importante occasione sprecata stavolta da Rosso, la Casertana sembra lasciare metri all’azione lucana abbassando troppo il suo baricentro. Ma la retroguardia rossoblù resiste senza soffrire molto e conquista il successo.

Qualche cambio nella formazione di partenza proposta da Guidi: rientra in mediana Izzillo con Konate che al centro della difesa prende il posto dello squalificato Buschiazzo. In avanti panchina per Cuppone mentre prima da titolare per Rosso. Anche Capuano modifica la squadra rispetto al pari interno col Palermo proponendo la coppia d’attacco composta da Volpe e Salvemini. Nello starting-eleven anche Panico e Sandri per Di Somma e Bucolo.

Primo tempo – dopo pochi minuti Konate colpisce il palo su tiro dalla bandierina di Santoro, ma l’arbitro interrompe il gioco sanzionando un fallo in attacco da parte di un avanti rossoblù (4′). Pericolosa la risposta del Potenza. Calcio piazzato battuto da Sandri in area di rigore per Volpe, lasciato colpevolmente solo dalla retroguardia rossoblù. L’attaccante controlla e si gira da buona posizione: pallone che termina sul fondo non di molto (11′). Al 21‘ passa la Casertana: ripartenza della formazione rossoblù con Izzillo che, in posizione centrale sulla trequarti, allarga a destra per l’accorrente Rosso. Marcone accenna all’uscita per poi rientrare tra i pali e perde il tempo per chiudere lo specchio della porta: l’ex Mantova lo trafigge con una botta da posizione defilata. Prima rete per l’attaccante arrivato venerdì scorso in maglia rossoblù. Seguono delle proteste, poi, in area locale: traversone insidioso di Coppola dalla destra e contatto tra Konate (che allarga le braccia) e Salvemini. La punta lucana stramazza a terra lamentando un colpo al viso. L’arbitro, ben piazzato, lascia correttamente proseguire (25′). Poi ancora Casertana: azione insistita al limite dell’area e conclusione finale di Izzillo non tanto alta sul montante (30′). Poi al 40′ azione insistita di Rosso sulla destra: salta l’avversario diretto e mette in mezzo un pallone a filo d’erba che non trova alcun compagno di reparto pronto alla deviazione col pallone che termina sul fondo dopo un tocco di un difensore lucano. Qualche secondo dopo legnata di Hadziosmanovic dai venticinque metri: ottima la risposta di Marcone che devia in angolo sotto la traversa (41′). Poco prima dell’intervallo occasionissima per il Potenza: fuga sulla sinistra di Panico (avanzato al posto di Sepe che arretra nel terzetto di difesa). Cross al limite dell’area per Ricci che di prima intenzione conclude di un soffio a lato (44′). Brivido per la retroguardia rossoblù. Dopo un minuto di recupero le due squadre vanno negli spogliatoi.

Secondo tempo – ad inizio ripresa subito un cambio per parte: fuori Castaldo (che aveva lamentato un infortunio alla caviglia pochi minuti dopo il fischio d’inizio) per Cuppone, mentre il Potenza rinuncia ad un difensore di ruolo (Conson) per un centrocampista offensivo (Nigro) con Coccia che scala qualche metro dietro. Il tempo di completare il riscaldamento e c’è spazio pure per Romero al posto di Sandri. Il Potenza passa ad un più offensivo tre-quattro-tre. La Casertana ha l’occasione per chiudere anticipatamente l’incontro al 56′: contropiede innescato da Santoro per il velocissimo Rosso. L’attaccante arriva al limite dell’area e conclude solo davanti a Marcone. Bravissimo il portiere ospite a neutralizzare il tiro in due tempi. Capuano prova a cambiare ancora al 64′. Esordio in maglia lucana per Bruzzo (arrivato dall’Avellino), ma c’è spazio pure per Di Livio per un Volpe spentosi progressivamente dopo un ottimo inizio. Guidi risponde con l’inserimento di Matese per un Izzillo che sembra non averne più (73′). Il Potenza, da parte sua, ci prova con l’ex Rieti Gigli di testa su lungo traversone proveniente dalla destra: attento Avella sulla deviazione tutt’altro che irresistibile (74′). Senza grossi pericoli ma con grande intensità si arriva ai minuti di recupero. Sono quattro (diventati poi cinque) ma non accade più nulla tranne un colpo di testa di Romero alto (93′). Meglio così.

Nella foto @GiuseppeScialla l’esultanza di Rosso dopo la rete che ha sbloccato Casertana-Potenza

Massimo Iannitti