Turchetta segna, Avella protegge, Castaldo sigilla. La Casertana serve sul tavolo di Castellammare il poker di vittorie

Partita intensa al “Menti”. La decide una rete dell’attaccante rossoblù alla fine del primo tempo ed il raddoppio di Castaldo allo scadere

JUVE STABIA – CASERTANA 0-2

Juve Stabia (3-4-1-2): Tomei; Mulè, Troest, Allievi; Garattoni (Guarracino 77′), Berardocco, Scaccabarozzi, Vallocchia; Fantacci (Ripa 86′); Borrelli, Cernigoi (Romero 15′). A disp. Lazzari, Russo, Elizalde, Lia, Bovo, Codromaz, Golfo, Volpicelli, Oliva. All. Padalino

Casertana (4-3-3): Avella; Hadziosmanovic, Buschiazzo, Carillo, Del Grosso; Matese (Polito 61′), Santoro, Icardi; Cuppone, Castaldo, Turchetta (Rillo 93′). A disp. Dekic, Zivkovic, Setola, Varesanovic, De Lucia, Polito. All. Guidi

Arbitro: Kumara di Verona

Reti: Turchetta (C) 44′, Castaldo (C) 92′

Ammoniti: Allievi (JS, 2′), Scaccabarozzi (JS, 48′); Avella (C, 56′), Santoro (C, 61′), Cuppone (C, 64′)

CASTELLAMMARE DI STABIA – Poker di vittorie per la Casertana. La sfida al Menti non era delle più semplici, ma la formazione di Guidi, soffrendo fino allo scadere, riesce a conquistare in un colpo solo la quarta vittoria consecutiva e l’accesso ai playoff nella gara che segnava la conclusione del girone di andata per i falchetti.

Prima frazione di gioco bella, combattuta e con tante occasioni da una parte e dall’altra. Proprio allo scadere sblocca il risultato Turchetta con una splendida conclusione che finisce nell’angolino fuori dalla portata di Tomei. Secondo tempo di marca stabiese con la Casertana che non riesce ad uscire dalla propria metà campo. I tiri dalla bandierina in favore dei padroni di casa arrivano a sedici, ma allo scadere c’è il raddoppio di Castaldo.

Per quanto riguarda le distinte presentate al direttore di gara, la Casertana si presenta con una panchina ridotta ai minimi termini e senza neanche un attaccante di scorta. Matese prende il posto dello squalificato Izzillo, mentre in difesa Buschiazzo per l’indisponibile Konate. Cambia qualcosa rispetto alla gara di Monopoli anche la Juve Stabia a cominciare da Mulè rispolverato nel ruolo di centrale considerata l’assenza di Rizzo. Ancora out Mastalli (al suo posto Vallocchia) con Fantacci che viene riproposto alle spalle dei due attaccanti in un tre-quattro-uno-due inedito per la squadra di Padalino.

Primo tempo – parte bene la Casertana: è il 5′ quando Turchetta lascia partire un buon cross dalla sinistra. Sul secondo palo tenta la girata Castaldo, ma Troest nell’area piccola sventa in angolo. Molto più pericolosa la Juve Stabia qualche minuto dopo: iniziativa di Fantacci sulla corsia di destra. Traversone in mezzo per la testa di Cernigoi. Palla che sembra destinata in rete, ma Avella smanaccia proprio sulla linea di porta prima che la difesa metta la sfera sul fondo. Miracolo dell’estremo difensore casertano (8′). La formazione di casa insiste con Fantacci: l’esterno si libera bene al limite e tenta il tiro. Ancora attento il portiere rossoblù che blocca a terra (10′). La Casertana prova nuovamente a farsi vedere dalle parti di Tomei, ma la punizione dai venticinque metri di Turchetta non crea problemi (13′). Il gol è sfiorato dai falchetti, invece, al 15′: rimessa laterale di Del Grosso e doppia spizzata di testa prima di Castaldo e poi di Icardi. Sulla girata di esterno di Cuppone è bravissimo Tomei a respingere, ma sulla ribattuta Matese spara alto sulla traversa dal limite dell’area piccola. Occasionissima non sfruttata davvero per un soffio. Partita che continua a viso aperto tra le due formazioni. Tentativo stabiese ancora con Fantacci al 20′: sinistro in corsa che finisce non di molto a lato alla sinistra di Avella. I padroni di casa insistono con Scaccabarozzi dai venti metri: Avella si allunga e mette nuovamente in angolo (22′). Sul susseguente tiro dalla bandierina scontro aereo tra Borrelli ed il portiere casertano: è necessario l’intervento dei sanitari, ma Avella riprende regolarmente il suo posto. Ancora doppia opportunità per la Casertana tra il 29′ ed il 30′: prima una conclusione dell’accorrente Hadziosmanovic, dopo una rapida ripartenza tra Cuppone e Castaldo, respinta di piede da Tomei. Poi un tiro di Cuppone, su assistenza di Icardi, poco dentro l’area in posizione centrale che finisce ben sopra il montante. Poi al 38′ altra ghiotta occasione per la Juve Stabia su cross di Scaccabarozzi. Il colpo di testa da distanza ravvicinata di Romero sembra a botta sicura, ma ancora Avella si supera e respinge. Il risultato si sblocca al 44′: contropiede con Cuppone che allarga a sinistra. Turchetta scivola al momento del primo controllo, ma mantiene il possesso della sfera. Avanza, si accentra e lascia partire una conclusione che si spegne in fondo al sacco nell’angolo lontano alla sinistra di Tomei. La Juve Stabia reagisce immediatamente e sfiora il pari con Romero: gran destro che finisce di pochissimo a lato (45′). Le due squadre, quindi, vanno al riposo con la Casertana avanti nel punteggio.

Secondo tempo – nessuna sostituzione ad inizio ripresa e buona partenza della Juve Stabia nella seconda frazione di gioco con la Casertana che subisce, ma con ordine, l’iniziativa dei padroni di casa. Subito stabiesi in avanti con Borrelli che cerca la testa di Romero. Il pallone sfila sulla testa del lungo attaccante gialloblù e finisce sul fondo (46′). Replica da distanza siderale di Del Grosso: Tomei si allunga a destra e blocca (48′). Due minuti dopo altra botta per Avella costretto nuovamente alle cure dei sanitari: stavolta il colpevole è Romero che commette fallo in elevazione sul portiere casertano. Ma l’estremo difensore rossoblù si rivela ancora attento sul traversone basso di Vallocchia dalla sinistra respingendo a pugni chiusi (52′). E quando non c’è Avella tocca ad Hadziosmanovic salvare in prossimità della linea di porta sul colpo di testa di Fantacci destinato in fondo al sacco (53′). A questo punto Guidi cambia qualcosa sul terreno di gioco con l’inserimento di Polito al posto di Matese ed Hadziosmanovic che avanza in mediana (61′). Subito impegnato il neo entrato che di testa anticipa Borrelli e mette in angolo. Ma al 66′ si rivede la Casertana: cross di Turchetta dalla sinistra e doppio colpo di testa di Castaldo. Tomei è a terra dopo uno scontro con un compagno di squadra, ma Berardocco tra il palo e la linea di porta allontana. Ancora qualche minuto e ci prova Borrelli con un sinistro dal limite: Avella ancora in angolo (72′). Sull’ennesimo tiro dalla bandierina ancora uno scontro con Avella involontario protagonista dopo l’ennesima botta da parte di Borrelli. Inizia a scaldarsi Dekic, ma il portiere casertano resta a guardia dei pali. A quattro minuti dallo scadere Padalino inserisce anche il terzo attaccante al posto di Fantacci nel tentativo di scardinare il bunker casertano con Ripa che si rende subito protagonista di una brutta entrata (non sanzionata) ai danni di Santoro. In pieno recupero arriva il raddoppio con Castaldo su assistenza di Cuppone (92′). Altri cinque minuti di recupero non cambiano il risultato. Grande Casertana.

Nella foto @GiuseppeScialla l’abbraccio a Turchetta dei calciatori rossoblù dopo la rete

Giovanni Fiorentino