Casertana, solo buona volontà. Ma i tre punti vanno al Palermo

Vigilia dell’incontro condizionata dalle problematiche Covid per i falchetti. Ai rosanero basta una rete per tempo

PALERMO – CASERTANA 2-0

Palermo (4-2-3-1): Pelagotti; Accardi (Doda 74′), Somma, Marconi, Crivello; Palazzi (Luperini 46′), Odjer (Broh 46′); Kanoute, Rauti (Lancini 77′), Valente; Lucca (Santana 88′). A disp. Fallani, Matranga, Floriano, Martin, Silipo, Peretti. All. Boscaglia

Casertana (4-3-3): Avella; Polito (Setola 69′), Buschiazzo, Ciriello, Valeau; Bordin (Matese 55′), Santoro, Izzillo; Origlia (Fedato 80′), Castaldo (De Sarlo 69′), Varesanovic. A disp. Dekic, De Lucia. A disp. All. Guidi

Arbitro: Cosso di Reggio Calabria

Reti: Rauti (P) 19′, Lucca 70′

Ammoniti: Palazzi (P) 27′, Odjer (P) 29′, Marconi (P) 49′, Luperini (P) 72′, Doda (P) 78′; Origlia (C) 30′

Espulsi: Marconi (P) e Buschiazzo (C) 75′ per reciproche scorrettezze

PALERMO – Casertana sconfitta a Palermo, ma tenuto conto della tormentata vigilia dell’incontro (ben sette tesserati scoperti positivi al Covid nel pomeriggio di venerdì) non c’era da attendersi nulla di meglio nonostante la tanta buona volontà messa sul terreno di gioco del Barbera. Prima frazione di gioco chiusa col meritato vantaggio palermitano ad opera di Rauti dopo una lunga fase di predominio territoriale dei padroni di casa. Nella ripresa il Palermo cala decisamente il ritmo ma trova il raddoppio con Lucca grazie ad un preciso colpo di testa che chiude in anticipo l’incontro.

Per quanto riguarda le formazioni Boscaglia deve fare a meno di Saraniti, appiedato per un turno, ma pure la Casertana paga dazio al Giudice sportivo con le assenze di Konate e Icardi. Il grosso degli assenti nelle fila dei falchetti, però, deriva dai positivi all’ultimo tampone prima della partenza: out Carillo, Cuppone, Hadziosmanovic, Pacilli e Petito. Si rivede sin dal primo minuto Valeau, ma una maglia da titolare anche per Origlia che appoggia insieme a Varesanovic l’azione offensiva affidata a Castaldo.

Primo tempo – pressione immediata dei rosanero nelle battute iniziali dell’incontro: al 3′ padroni di casa subito pericolosi con un colpo di testa di Accardi in proiezione offensiva. Bravissimo Avella ad allungarsi alla sua sinistra ed a sventare: poi la difesa allontana. Il Palermo insiste ed al 6′ sfiora il vantaggio: traversone di Crivello ed altro colpo di testa di Lucca solo al limite dell’area piccola. Il pallone attraversa tutto lo specchio della porta e finisce a lato. All’8′ ci sarebbe anche il gol siciliano, ma netta l’azione fallosa di Lucca ai danni di Polito e l’arbitro non può fare a meno di annullare la marcatura. Al 16′, poi, doppia conclusione della compagine locale: ci provano in rapida successione prima Kanoute e poi Palazzi trovando l’opposizione del muro difensivo della Casertana. Un minuto dopo lo stesso ex Catanzaro cerca il tiro-cross da posizione defilata: Avella ci arriva col piedone e respinge (17′). Lo stesso estremo difensore rossoblù è strepitoso a distanza di qualche secondo quando ribatte un altro colpo di testa di Accardi, ma al 19′ il Palermo passa meritatamente con un preciso diagonale di Rauti, su assistenza di Marconi al limite dell’area, che termina la sua corsa in fondo al sacco. La Casertana, però, ha il merito di replicare subito con due buone iniziative nate sulla corsia di destra per merito di Polito da cui arrivano altrettanti traversoni insidiosi nell’area siciliana. Poi al 23′ mischia in area rosanero: Origlia anticipa Santoro (piazzato meglio per la conclusione a rete) ma la sfera termina altissima sulla traversa. Si rivede il Palermo al 39′ con la seconda rete annullata: sul cross lungo di Crivello c’è l’ennesimo tentativo di Lucca con Kanoute che accompagna di testa la palla in fondo al sacco. Posizione di fuorigioco del coloured siciliano e gol non convalidato. Poi tocca a Rauti tentare nuovamente il tiro su assistenza di Lucca, ma la sfera finisce larga alla destra di Avella (42′). Dopo un minuto di recupero le due squadre vanno negli spogliatoi.

Secondo tempo – ad inizio ripresa Boscaglia cambia il pacchetto di mediana con l’inserimento di Broh e Luperini al posto di Palazzi ed Odjer (46′), mentre a distanza di qualche minuto risponde Guidi mettendo dentro Matese per Bordin. Buon break della Casertana con Santoro che porta alla conclusione Origlia: palla molto alta sulla traversa della porta difesa da Pelagotti (56′). Poi si rivede il Palermo ancora con l’imprendibile Lucca sul traversone di Accardi lisciato da mezza difesa rossoblù: buono il controllo ma da schiaffi la conclusione che finisce direttamente sul fondo (64′). A poco più di venti minuti dalla fine doppio cambio anche per la Casertana: fuori dai giochi Polito (positiva la sua prestazione) e Castaldo (dolorante). Al loro posto Setola e l’esordiente De Sarlo (69′). Ma un minuto dopo il Palermo chiude anticipatamente i conti: ennesimo cross, stavolta di Valente, per il lungo Lucca, e preciso colpo di testa che termina la sua corsa in fondo alla rete (70′). Qualche minuto dopo si accende una mischia a centrocampo dopo un contatto tra Lucca e Santoro. Buschiazzo mette una mano al collo di Marconi nel maldestro tentativo di allontanarlo, ed il difensore palermitano reagisce con uno schiaffo. Espulsione per entrambi (75′). Partita che, di fatto, finisce qui nonostante un buon tentativo di Fedato all’86′ messo in angolo da Pelagotti e la risposta di Avella alla conclusione di Valente (94′).

Ancora una espulsione ai danni dei falchetti in questa stagione: stavolta è toccato a Buschiazzo (nella foto @GiuseppeScialla), già sanzionato col “rosso” a Francavilla Fontana

Giovanni Fiorentino