La Casertana cade anche con la Turris

Ancora male la formazione rossoblù sempre in svantaggio, anche se a spianare la vittoria corallina c’è voluto un discutibile calcio di rigore concesso quando si era sul  2-2

CASERTANA – TURRIS 2-4

Casertana (4-3-3): Dekic; Ciriello (Valeau 68′), Buschiazzo (Konate 72′), Carillo, Setola; Icardi, Bordin, Izzillo (Varesanovic 68′); Cavallini (Pacilli 52′), Castaldo, Fedato (Cuppone 72′). A disp. Zivkovic, Avella, Longobardo, Petito, De Sarlo, Matese, De Lucia. All. Guidi

Turris (4-3-3): Abagnale; Esempio, Rainone, Di Nunzio, Loreto; Romano (Lorenzini 74′), Signorelli (Fabiano 46′), Franco; Giannone (Tascone 62′), Persano (Pandolfi 68′), Da Dalt. A disp. Lonoce, Barone, Longo, Sandomenico, Marchese, Alma, Lame, D’Ignazio. All. Fabiano

Arbitro: Panettella di Gallarate

Reti: Giannone (T) 9′, Castaldo (C) 21′, Romano (T) 43′, Izzillo (C) 61′, Franco (T) 67′ su rigore, Pandolfi (T) 70′

Ammoniti: Ciriello, Setola (C); Loreto (T)

CASERTA – Male, male, male, se non malissimo. La Casertana, dopo Avellino, cede anche nel derby con la Turris che segnava il ritorno al Pinto della formazione di Guidi dopo l’esilio del Partenio. Prestazione negativa da parte della compagine rossoblù, sempre costretta a recuperare sulla formazione biancorossa, anche se a spaccare l’incontro dopo un combattuto equilibrio c’è voluto un discusso (e discutibile) calcio di rigore concesso per un atterramento di Setola ai danni di Persano. Contatto lieve per molti ma non per il direttore di gara Panettella di Gallarate. Vantaggio ospite e subito dopo la quarta rete corallina che ha chiuso definitivamente l’incontro in favore della Turris anche a causa di una massima punizione fallita da Castaldo a poco meno di dieci minuti dalla fine.

Nelle formazioni iniziali la Casertana rispolvera sia Castaldo che Cavallini, assenti dalla gara di esordio in campionato con il Potenza. Konate, non al meglio della condizione, scivola in panchina ed in campo ci sono sia Buschiazzo che Ciriello per lo squalificato Hadziosmanovic. Nella compagine corallina undici di partenza annunciato o quasi con in campo ben tre ex: sono Rainone, Romano e Giannone.

Primo tempo – la prima conclusione dell’incontro è di Icardi: botta dalla media distanza con Abagnale che si allunga sulla sua destra e respinge. L’azione prosegue con tentativi in rapida successione di Castaldo e Fedato, ma la difesa ospite ribatte e riesce ad allontanare e l’opportunità sfuma (2′). La risposta della Turris porta subito al vantaggio corallino. Giannone, in posizione leggermente defilata sulla destra, lascia partire un bolide da venticinque metri che si infila alle spalle di Dekic che sembra partire leggermente in ritardo sul tiro del mancino corallino (9′). La Casertana pare scossa dal gol della Turris e rischia ancora qualcosa con un traversone di Da Dalt dalla sinistra: Persano vince un rimpallo e cade in area di rigore. L’arbitro lascia proseguire (17′). Il pareggio arriva pochi minuti dopo: morbido il cross di Izzillo per la testa di Castaldo in piena area di rigore. Precisa la deviazione e palla che si infila alla destra di Abagnale (21′). Dopo la rete del pareggio passa qualche minuto per vedere una delle due squadre nuovamente pericolosa: è il 33′ quando un cross di Loreto dalla corsia mancina trova la deviazione di testa di Da Dalt che termina di pochissimo a lato. Sorte simile a distanza di qualche secondo (34′) con una girata di Icardi in piena area su assistenza di Ciriello dalla destra che passa di un nulla sopra la traversa. Poco prima dell’intervallo, però, passa ancora la Turris. Difesa casertana che si fa trovare impreparata sul cross dalla sinistra di Loreto che attraversa tutto lo specchio della porta. Per l’ex Romano è un gioco da ragazzi superare Dekic di testa da sotto misura (43′). Senza neanche un minuto di recupero termina la prima frazione di gioco.

Secondo tempo – ad inizio ripresa subito un cambio per la Turris con l’inserimento di Fabiano per Signorelli. Al 48′ Casertana subito vicinissima al pari: azione prolungata in area con Castaldo che allarga per Cavallini. L’attaccante si sposta il pallone sul piede mancino e lascia partire la botta a colpo sicuro sulla quale c’è la strepitosa parata in angolo di Abagnale. Lo stesso Cavallini lascia il campo a distanza di qualche minuto per lasciar spazio a Pacilli (52′). Poi ancora Turris con Romano che, partito sul filo dell’off-side, manda a lato da ottima posizione (53′). Il pareggio della Casertana matura al 61′ con una inferiorità numerica corallina per un infortunio di Da Dalt: buon lavoro del neoentrato Pacilli sulla destra. Traversone al centro con sponda di Castaldo e botta vincente di Izzillo da posizione centrale impossibile da neutralizzare per Abagnale. Poi la Turris usufruisce di un calcio di rigore per una trattenuta (sfuggita ai più ma non al direttore di gara, ma assolutamente veniale) di Setola ai danni di Persano col difensore casertano che nell’occasione viene anche ammonito. La susseguente massima punizione viene trasformata da Franco che spiazza Dekic (67′). Casertana-groggy e tre minuti dopo la Turris passa ancora: Da Dalt imprendibile sulla fascia sinistra mette in mezzo l’ennesimo pallone che trova la deviazione da sotto misura di Pandolfi (70′). La Casertana avrebbe anche la possibilità di riaprire l’incontro all’80′ quando Pacilli si conquista un’altra massima punizione. Dal dischetto degli undici metri, però, Castaldo si fa neutralizzare la conclusione da Abagnale che si allunga sulla sua sinistra e mette in angolo. La partita, di fatto, finisce qui.

Giovanni Fiorentino