I numeri rossoblù dopo due giornate

Cinque reti in 180′ di gioco per la Casertana: per trovare di meglio da parte dei falchetti in serie C bisogna tornare indietro fino agli anni Settanta

Due pareggi nelle prime due uscite di campionato nei confronti con Potenza ed a seguire con la Ternana. Per ritrovare un cammino simile della Casertana nelle prime due giornate della stagione bisogna tornare alla stagione di Lega Pro 2014-2015. La formazione rossoblù all’epoca guidata in panchina da Gregucci impattò all’esordio sul terreno di gioco della Reggina per 2-2. Risultato che venne replicato a distanza di una settimana al Pinto contro l’Aversa Normanna.

Cinque le reti messe a segno in 180′ di gioco. Bottino uguale a quello delle stagioni di serie D 2010-2011 e 2007-2008 solo per citare le due più recenti. Nella prima la Casertana si impose all’esordio sul Nola (3-2) prima di impattare sul campo della Turris (2-2). Nella seconda, invece, sconfitta di misura col Sant’Antonio Abate (3-2) e vittoria interna col Modica (3-1).

Per trovare qualcosa di meglio in termini di realizzazioni messe a segno nei campionati di C bisogna tornare alla stagione 1972-1973. La Casertana di Rambone supera alla prima giornata il Potenza (5-0) per poi pareggiare sul terreno di gioco del Sorrento (1-1). Bottino uguale a quello del campionato 1969-1970: 2-2 sul campo del Barletta e 4-1 al Crotone.

Note dolenti le cinque reti subite. Non andava in questo modo dal campionato di Quarta serie 1955-1956: stop interno con la Reggina (0-2) e vittoria di misura ad Avellino (3-4 per i falchetti). In serie C peggio si è fatto soltanto nel campionato 1951-1952. Vittoria della Casertana al Pinto per 5-4 contro il Colleferro e sconfitta esterna la settimana successiva a Catanzaro (4-0). In tutto otto gol incassati in due incontri.

Nella foto Corsale in azione in Casertana-Nola della stagione 2010-2011

Redazione