Giudice sportivo: sanzioni a tre società

adamo bis.jpg
Il contatto tra Adamo e Folorunsho da cui è scaturita la successiva espulsione del calciatore rossoblù (Foto Giuseppe Scialla)

Due giornate per Adamo dopo l’espulsione rimediata col Bari domenica scorsa. Un turno, invece, a sedici calciatori

Pubblicate le decisioni del Giudice sportivo relative alle gare dell’ultimo turno nel girone meridionale di Lega Pro. Per quanto riguarda le società sanzione di euro 2.000,00 alla Reggina (“perché propri sostenitori, in campo avverso, introducevano e facevano esplodere nel proprio settore un petardo senza conseguenze; i medesimi danneggiavano numerosi seggiolini nel settore dello stadio loro riservato“) e di euro 500,00 nei confronti della Casertana (“per aver causato ritardo sull’orario di inizio della gara“) e del Picerno (“perché un proprio tesserato entrando negli spogliatoi al termine della gara, danneggiava con un calcio la porta d’accesso del locale antidoping“).

Inibizione fino al 28 febbraio 2020 ed ammenda di euro 1.000,00 a Giuseppe Leonardi, presidente della Sicula Leonzio “perché al termine della gara, entrato indebitamente sul terreno di gioco avvicinava minacciosamente l’arbitro per rivolgergli reiterate espressioni offensive; il medesimo comportamento veniva assunto nei confronti di un assistente arbitrale“.

Relativamente ai calciatori due giornate ad Adamo (Casertana, “per atto di violenza verso un avversario con il pallone non a distanza di gioco“) con l’esterno che salterà le prossime gare con Potenza e Rende. Un turno a testa per Alfageme, Laezza e Morero (Avellino), Statella (Catanzaro), Rota (Monopoli), Vanacore (Picerno), Vitofrancesco (Rende), Zanchi (Rieti), Sosa (Sicula Leonzio), Mungo e Piacentini (Teramo), Suagher (Ternana), Altobello (Vibonese), Atanasov, De Giorgi e Tounkara (Viterbese).

Redazione