Girone C: la Reggina domina al “Granillo”, ma in trasferta è il Bari a comandare

bari.jpg
Il Bari di Vivarini temibile soprattutto lontano dal “San Nicola” e ne ha dato dimostrazione anche domenica a Caserta (Foto Giuseppe Scialla)

Classifiche relative alle gare interne ed esterne: non poche le squadre che hanno conquistato più punti lontano dal terreno di gioco amico

Squadre che fanno del loro stadio una sorta di “fortino” inespugnabile ed altre, invece, che esprimono al meglio il loro potenziale quando disputano le gare in trasferta. Non pochi gli spunti di riflessione che emergono dal confronto tra le due classifiche dopo la disputa della diciannovesima giornata di campionato e quindi alla fine del girone di andata.

Per quanto riguarda le partite “in casa” dominio assoluto della Reggina: nei nove confronti disputati al “Granillo” la compagine di Toscano ha collezionato altrettante vittorie conquistando quindi il bottino pieno. Al secondo posto si piazza il Potenza che ha giocato dieci gare al “Viviani”. Per i lucani sono sette i successi insieme a due pareggi ed anche la sconfitta interna rimediata proprio con la Reggina. Solo decima posizione per il Bari che al “San Nicola” ha perso molto dell’attuale divario dalla prima della classe: per i “galletti” solo quattro vittorie in nove gare complessivamente disputate. In fondo alla particolare graduatoria si piazza il Bisceglie: terra di conquista, quindi, il “Ventura”. Per i nerazzurri appena cinque punti frutto di altrettanti pareggi e ben quattro sconfitte. I pugliesi sono l’unica squadra a non aver conquistato neanche una vittoria sul terreno di gioco amico.

Relativamente alle gare “in trasferta” la classifica vede al primo posto proprio il Bari seguito in rapida successione da Reggina e Ternana. Anche i rossoverdi umbri, al pari dei pugliesi, hanno avuto un cammino esterno migliore rispetto a quello interno. Circostanza che li accumula pure ad Avellino, Bisceglie e Rieti. Queste, infine, le classifiche a confronto. In trasferta solo Rende e Sicula Leonzio non hanno ancora vinto. Male Catania e Catanzaro: lontano dal “Massimino” e dal “Ceravolo” hanno fatto gli stessi punti di Cavese e Rieti.

Classifica gare interne – 1. Reggina 27; 2. Potenza 23; 3. Catanzaro 22; 4. Catania, Monopoli 21; 6. Teramo, Viterbese 19; 8. Vibonese 18; 9. Casertana 17; 10. Bari, Paganese, Ternana 16; 13. Cavese 15; 14. Picerno, Virtus Francavilla 12; 16. Avellino 11; 17. Rende 10; 18. Sicula Leonzio 8; 19. Rieti 6; 20. Bisceglie 5.

Classifica gare esterne – 1. Bari 23; 2. Reggina 22; 3. Ternana 21; 4. Monopoli, Potenza 16; 6. Avellino 15; 7. Virtus Francavilla 10; 8. Bisceglie 9; 9. Casertana, Paganese, Vibonese 8; 12. Catania, Catanzaro, Cavese, Rieti 7; 16. Teramo 6; 17. Picerno, Viterbese 5; 19. Rende, Sicula Leonzio 3.

Oreste Cresci