Casertana, Ginestra: “ha vinto la squadra che ci ha creduto di più”

Interviste.jpg

In sala stampa il tecnico dei falchetti esamina con grande serenità la sconfitta della sua squadra

Spazio alle parole dei protagonisti nel dopo-partita di Casertana-Bari per il consueto appuntamento con la stampa. Il primo a presentarsi ai microfoni è mister Ginestra, amareggiato per seconda sconfitta interna subita dai suoi ragazzi. “ Ha vinto la squadra più forte – queste le parole d’esordio del tecnico rossoblù, che continua – la squadra che ci ha creduto di più dopo un primo tempo equilibrato. Nel secondo tempo è venuta fuori la qualità e con queste compagini se sbagli ti fanno male. Era la partita che dovevamo fare con gli uomini a disposizione, ma il Bari non c’entra nulla con questa categoria. Il fattore campo? Non sta venendo meno, sono solo coincidenze. La partita che ci ha fatto male è stata quella con la Paganese, con squadre con il Bari fa male perdere, non amo la sconfitta, ma hanno qualità e vengono fuori. Potenza? Ha trentanove punti, è una squadra forte ma – conclude mister Ginestra – ho detto negli spogliatoi che quando incontriamo queste formazioni  dobbiamo dare il duecento per cento altrimenti perdiamo. Con i lucani è una di quelle partite in cui se non diamo tutto non prendiamo i tre punti”. 

Il microfono passa poi a Jacopo Silva, anch’egli certamente poco soddisfatto per com’è andata la gara. “Abbiamo impostato bene la partita nel primo tempo – afferma il difensore ex Piacenza – poi dopo il gol incassato nella ripresa ci siamo disuniti e, nonostante il punteggio per me sia un po largo, quando sbagli con queste squadre così forti ci sta la sconfitta. Potenza? Se caliamo con l’attenzione perdiamo. Per la partita con la seconda della classe dobbiamo ritrovare la fame per chiudere al  meglio questo 2019. Rimpianti? Qualche punto sulla carta ci manca – conclude – non ricordo vittorie arrivate fortunosamente. Questo è il rammarico più grosso”. 

Oreste Cresci