Girone C: quello che si sta muovendo sul mercato

sandomenico.jpg
Scarso minutaggio per Sandomenico alla Cavese. L’attaccante potrebbe lasciare i metelliani a gennaio (Foto Giuseppe Scialla)

L’apertura dei trasferimenti ci sarà il 2 gennaio. Tanti i calciatori poco utilizzati che potrebbero cambiare casacca il prossimo mese

Poco più di due settimane alla riapertura del “mercato” delle società professionistiche: la campagna trasferimenti aprirà il prossimo 2 gennaio per chiudersi alla fine dello stesso mese. Eppure i primi movimenti (almeno in uscita) nel girone meridionale di Lega Pro si sono già perfezionati nelle ultime ventiquattro ore.

E’ sceso di categoria il centrocampista Palma del Rieti, classe 1994 colonna della mediana amaranto-celeste nelle ultime due stagioni. Ha accettato la proposta della Turris ed ora vestirà la maglia della compagine corallina. Stesso discorso anche per l’attaccante ex Sicula Leonzio Rossetti (1996). Appena tre presenze in campionato col Catania: nelle ultime ore la risoluzione del contratto che lo legava alla società etnea ed il tesseramento per l’Acr Messina. Rescissione, inoltre, anche per l’attaccante Maniscalchi (1998) visto all’opera in campionato solo per 49′ di gioco.

L’elenco degli attaccanti dovrebbe “arricchirsi” nei prossimi giorni con altri nomi. Uno di questi è l’attaccante Mangni (1993), rivelazione della passata stagione col Monopoli. La scorsa estate il Catanzaro ha fatto di tutto per prenderlo in prestito dall’Atalanta soffiandolo ai biancoverdi, ma già con Auteri ed a seguire con Grassadonia l’impiego è stato assolutamente limitato. Praticamente certo il ritorno ai bergamaschi e poi un nuovo passaggio a titolo temporaneo in serie C. A Cava de’ Tirreni potrebbe essersi interrotta anche l’esperienza dell’ex reggino Sandomenico che oggi non figura neanche nell’elenco dei convocati per la gara con la Ternana. Il classe 1990 nelle ultime cinque giornata ha messo insieme appena 15′ di gioco. Decisamente poco per un calciatore che sarebbe titolare in molte altre squadre del girone. Altra faccia triste è quella dell’italo-argentino Ferrari (1995), colpo del mercato estivo del Bari per il quale non è da escludere un ritorno a Piacenza.

In mediana qualcosa si muoverà in uscita anche a Catania: il nome che circola di più è quello di Fornito (1994, l’ex Paganese ha messo insieme appena 10′ in Coppa Italia), ma non è da escludere qualche partenza eccellente nell’organico di Lucarelli. Qualche dubbio anche in casa Reggina: domenica scorsa, dopo tantissima panchina, si è rivisto in campo per pochi minuti Paolucci (1996, appena cinque scampoli di presenze nel girone di andata), ed il mediano ex Monopoli è stato fondamentale conquistando il calcio di rigore decisivo che ha portato al successo sulla Viterbese. Resterà a vestire la maglia amaranto o cercherà maggior minutaggio altrove?

Un paio di difensori del Rieti sembrano destinati ad un ingaggio da parte dell’Avellino dove ritroverebbero Capuano. I nomi sono quelli di Zanchi (1991, che il tecnico di Pescopagano ha avuto pure con la Sambenedettese) e del centrale Gigli (1996). Per loro la destinazione irpina appare decisamente la pista più concreta.

Redazione