Casertana-Bari, dalle sfide con Ideale e Liberty all’ultimo precedente del 1983

la bari.jpg
Stagione di serie B 1970-1971: Casertana-Bari 1-1. Nella foto Ulivieri che salta De Petrini al limite dell’area di rigore pugliese

La curiosità: per quattro volte su dieci si è giocato a dicembre ed è sempre finita in parità

Appena otto i precedenti ufficiali tra Casertana e Bari. Nonostante questo è un incontro che vanta quasi un secolo di storia riconducendo le origini dei “galletti” ad altri due club, il Liberty e l’Ideale, che nel 1928 daranno vita all’Us Bari, e quindi ad altre due gare disputate contro una compagine barese.

Nel campionato di Prima divisione 1926-1927 (una sorta di categoria cadetta organizzata su base interregionale) la Casertana si trova di fronte proprio le due antesignane. E’ il 5 dicembre 1926 quando la squadra rossoblù impatta col risultato di 0-0 contro l’Ideale. Non si gioca al “Piazza d’Armi” dato che l’impianto casertano è squalificato dopo gli incidenti avvenuti col Roman: il campo neutro è il “Cappuccini” di Maddaloni che “le recenti piogge hanno ridotto in terreno pesantissimo ed in alcuni punti addirittura pericoloso. Una lunga serie di falli, di azioni inconcludenti ed a sprazzi anche un gioco pesante hanno caratterizzato la brutta danza che casertani e baresi hanno menato per novanta minuti senza riuscire a superarsi“.

Stesso risultato, poi, il 13 febbraio 1927 contro la Liberty. “Il pubblico casertano ha letteralmente affollato il vasto campo di Piazza d’Armi, e quell’immensa massa di pubblico che si assiepava dietro la rete ha avuto la soddisfazione di veder giocare un magnifico match degno dei tempi migliori della Casertana e che ingiustamente si è chiuso alla pari dato che i padroni di casa meritavano la vittoria“.

La prima “ufficiale” tra Casertana e Bari arriva solo nella stagione di serie C 1951-1952 in occasione della quarta giornata di campionato disputata il 30 settembre 1951: l’incontro termina col risultato di 2-2 che matura tutto nella prima frazione di gioco. Bretti sblocca il risultato in favore degli ospiti dopo appena un minuto, ma poi arriva una doppietta del casertano Cuoghi (9′ e 36′) che ribalta il risultato prima dell’immediato pareggio di Sabbatini su calcio di rigore (37′). Nella ripresa tre gli episodi salienti: al 67′ Grandi neutralizza una massima punizione calciata ancora da Cuoghi, mentre all’83’ Bretti si vede annullare una rete per un fuorigioco tutt’altro che evidente. Infine allo scadere (89′) la traversa ribatte una conclusione del solito Cuoghi.

Le due squadre nuovamente avversarie sempre in serie C nella successiva stagione 1952-1953 quando il primo marzo 1953 la Casertana si impone col risultato di 2-0 con una doppietta dell’attaccante modenese Cornia. Risultato che si sblocca al 3′ della ripresa con un preciso rasoterra che si infila alla destra di Vanz, mentre il raddoppio al 27′ con il centravanti rossoblù che sfrutta un errore in uscita dell’estremo difensore barese.

Un passo in avanti di oltre dieci anni e si arriva al campionato di serie C 1965-1966 per il match del 27 febbraio 1966: l’incontro si conclude con una larga vittoria della Casertana per 3-0. Pacco sblocca il risultato al 42′ direttamente su calcio di punizione. Ad inizio ripresa il Bari resta in dieci per l’espulsione di Calvani colpevole di un gesto scorretto verso il pubblico di casa. I falchetti, a questo punto aumentano il vantaggio con le reti di Pellegrini (56′) ed ancora di Pacco (80′). Altro pareggio (0-0) nel 1966-1967 nella gara disputata il 9 aprile 1967.  E’ un risultato che va benissimo al Bari che a distanza di un mese otterrà la promozione in serie B con ampio margine sull’inseguitrice Avellino.

Casertana e Bari si trovano di fronte per l’unica volta in serie B il 27 dicembre 1970 per la stagione calcistica 1970-1971 ma è ancora un pari (1-1). La compagine rossoblù sblocca il risultato al 16′ con una rete di Corbellini dopo una combinazione Tanello-Casisa. La realizzazione barese in pieno recupero della prima frazione di gioco con Marmo su traversone al centro di Diomedi.

La serie di pareggi (0-0) continua pure nel 1974-1975 nella gara del 22 dicembre 1974, ma la gara coi baresi passa in second’ordine. Appena quattro giorni prima il presidente rossoblù Giuseppe Moccia è stato vittima di un rapimento. Sarà rilasciato proprio nella serata del 22 dopo il pagamento del riscatto di un miliardo di lire da parte della famiglia dell’imprenditore.

La Casertana torna alla vittoria col Bari nella stagione di serie C 1975-1976 il 22 febbraio 1976 (ne parliamo ampiamente nell’articolo dedicato): 2-1 con le reti di Armidoro (52′) e Fazzi (78′) dopo l’iniziale vantaggio ospite grazie ad una autorete di Giglio (1′).

Infine l’ultimo precedente nella C1 1983-1984. Partita che si disputa il 18 dicembre 1983 sul “neutro” di Benevento dopo la squalifica del “Pinto”. Altro 0-0 senza grosse emozioni.

Massimo Iannitti