Rieti: è Beni il successore di Caneo

palma.jpg
Palma in partenza da Rieti (Foto Giuseppe Scialla)

Intanto la squadra amaranto-celeste continua a perdere elementi: dopo Aquilanti anche Palma verso l’addio, ma non è il solo

Mariani, Pezzotti, Caneo ed ora Roberto Beni. In una stagione già difficile dal punto di vista societario anche la panchina del Rieti non sembra trovare “pace”. Dopo il pareggio di domenica scorsa allo “Scopigno” col Bisceglie Bruno Caneo è stato esonerato. Più che il risultato alla dirigenza amaranto-celeste non sono andate giù le esternazioni del tecnico all’immediata vigilia del confronto con i pugliesi.

Chi ha costruito questa squadra in estate ha commesso uno stupro. Qui ci sono giocatori che questa categoria non possono farla” il commento dell’allenatore puntando l’indice su una serie di movimenti di mercato che avevano portato alla partenza dei pezzi migliori (Maistro e Gondo) ed arrivo di una serie di giovani alla loro prima esperienza tra i professionisti. La società del presidente Curci ha atteso la ripresa della preparazione per poi esonerare Caneo. Al suo posto Roberto Beni, allenatore marchigiano in “orbita Salernitana”.

I tifosi amaranto-celesti, da parte loro, hanno annunciato una ferma protesta nei confronti della società dopo questo ennesimo “ribaltone”. Ma non solo i tifosi. Dopo l’addio ad Aquilanti il Rieti sta per perdere altri calciatori che hanno ancora “mercato” a cominciare dall’attaccante Marcheggiani. Con lui anche Zampa, Zanchi ed il centrocampista Palma senza dimenticare il capitano Gigli.

Redazione