Girone C: Reggina, adesso è fuga

fella.jpg
Giuseppe Fella: per il trequartista lui dodici reti con la maglia del Monopoli (Foto Giuseppe Scialla)

In attesa dell’ultima giornata di andata in programma mercoledì due recuperi

In archivio anche la diciottesima e penultima giornata del girone di andata nel raggruppamento meridionale di Lega Pro. Allunga la Reggina al vertice della classifica conquistando la decima vittoria consecutiva, anche se contro una coriacea Viterbese (al quinto stop di fila) c’è voluto un discusso calcio di rigore all’86’ trasformato da Denis.

Alle spalle della prima della classe ora c’è il Monopoli (sei vittorie nelle ultime sette gare): la formazione biancoverde capitalizza con tre punti il dodicesimo sigillo stagionale dell’ex Cavese Fella, anche se contro il Picerno non è stato certo un incontro in discesa. Segnano il passo Ternana (sconfitta al “Liberati” dalla Casertana) ma pure il Potenza costretto alla resa al “San Nicola”. Il Bari conquista il tredicesimo risultato utile consecutivo e raggiunge in graduatoria proprio lucani e rossoverdi.

Alla sesta piazza della classifica molto più staccato resta il Catania: vittoria di misura a spese del fanalino di coda Rende grazie alla rete del giovane difensore Biondi, anche se i calabresi sono andati vicini al pareggio in almeno tre occasioni. Pari e patta nell’anticipo tra Paganese e Catanzaro (i giallorossi sempre più lontani dalle prime piazze della graduatoria) e pure tra Vibonese e Teramo in un incontro caratterizzato da poche occasioni da rete.

Dopo cinque gare senza successi torna a conquistare i tre punti la Virtus Francavilla a spese della Cavese: decisiva la prima realizzazione stagionale dell’attaccante “di scorta” Puntoriere. Prosegue il momento positivo dell’Avellino anche se contro la Sicula Leonzio si è dovuto attendere le battute conclusive dell’incontro per festeggiare la terza vittoria consecutiva. Nel 3-1 rifilato ai siciliani da segnalare anche la rete di Alfageme, anche lui al primo “squillo” in campionato.

Chiusura dedicata a Rieti-Bisceglie terminata sul 2-2. Dopo le dure parole della vigilia da parte del tecnico laziale Caneo che aveva parlato di “stupro sportivo nell’allestimento della rosa, qui c’è gente che non può fare il calciatore” (chiaro riferimento a delle operazioni di mercato in uscita ed entrata operate in estate), l’allenatore nella gara interna col Bisceglie ha puntato su un elemento locale, il capitano della Berretti Cristian Esposito, centrocampista classe 2002 (e con lui in campo per la prima volta in campionato anche il “figlio d’arte” Bellopede e l’altro 2002 Nallo) che ha messo a segno la rete del momentaneo vantaggio amarantoceleste. Il definitivo pareggio da parte dei pugliesi solo all’88’ dopo che il Rieti aveva sprecato un rigore con Marcheggiani.

Classifica: Reggina 46; Monopoli 37; Bari, Potenza, Ternana 36; Catania 27; Casertana, Catanzaro 25; Teramo, Vibonese 24; Avellino 23; Virtus Francavilla 22; Cavese, Paganese, Viterbese 21; Picerno 17; Bisceglie 13; Rieti* 12; Sicula Leonzio 11; Rende 10.

Recuperi (mercoledì 11.12.2019) – Paganese-Catania (ore 14,30); Vibonese-Catanzaro (ore 20,30).

Prossimo turno: Bisceglie – Vibonese; Casertana – Bari; Catanzaro – Picerno; Cavese – Ternana; Monopoli – Avellino; Potenza – Paganese; Rende – Rieti; Sicula Leonzio – Reggina; Teramo – Catania; Viterbese – Virtus Francavilla.

Per la classifica marcatori clicca qui.

Giovanni Fiorentino