Giudice sportivo: stangata sulla Casertana

santoro
Una giornata di stop per Santoro (Foto Giuseppe Scialla)

Squalifica fino a marzo per il presidente D’Agostino e di quattro turni per Violante

Pubblicate le decisioni del Giudice sportivo relative alle gare di domenica scorsa valide per il diciassettesimo turno nel girone meridionale di Lega Pro. La prima parte del Comunicato riguarda le sanzioni nei confronti delle società.

Multe per Casertana (euro 1.500,00 “perché propri sostenitori, più volte durante la gara, intonavano cori offensivi verso l’istituzione calcistica“) e Cavese (euro 1.000,00 “perché propri sostenitori, durante la gara, lanciavano un bottiglia semipiena d’acqua sul terreno di gioco, senza conseguenze“).

Strascico disciplinare per la Casertana per il derby del “Pinto” con la Paganese disputato nel tardo pomeriggio di domenica anche per quanto riguarda i dirigenti: inibizione a svolgere ogni attività in seno alla Figc a ricoprire cariche federali ed a rappresentare la società nell’ambito federale fino al 15 marzo 2020 nei confronti del presidente Giuseppe D’Agostinoperché, al termine del primo tempo di gara, si introduceva indebitamente negli spogliatoi ed avvicinava l’arbitro per rivolgergli frasi gravemente minacciose e offensive” su rapporto sia dell’arbitro che della Procura Federale. Per il massimo dirigente rossoblù sanzione anche di euro 3.000,00. Squalifica anche per Salvatore Violante: quattro gare ed ammenda di euro 1.000,00 “per aver tenuto un comportamento reiteratamente minaccioso ed offensivo nei confronti dell’Arbitro negli spogliatoi durante l’intervallo della gara” (rapporto arbitro, Procura Federale e commissari di campo).

Relativamente ai tecnici un turno di stop per Ginestra (Casertana, l’allenatore rossoblù non potrà sedere sulla panchina in occasione della prossima trasferta al “Liberati” di Terni) “per comportamento non regolamentare in campo durante la gara“.

Per quanto riguarda, invece, i calciatori Santoro (Casertana), Dall’Oglio (Catania) Alberti (Paganese), Rossini (Rende), Granata (Rieti) dovranno stare fermi per una giornata dopo il “rosso” per doppia ammonizione rimediato nell’ultimo turno. Con loro anche per “cumulo” di ammonizioni stop di un turno per Illanes Minucci (Avellino), Rafetraniaina (Bisceglie), Maita (Catanzaro) ed Errico (Viterbese).

Redazione