Ammonizioni, squalifiche e multe: l’andamento nel girone C

DSC_5341.jpg
Virtus-Francavilla-Casertana: l’espulsione di Clemente da parte dell’arbitro Marini di Trieste (Foto Giuseppe Scialla)

In campionato la media è di poco inferiore a cinque “gialli” a partita

Diciassette novembre scorso, gara Sicula Leonzio-Virtus Francavilla valida per la quindicesima giornata di campionato. L’incontro disputato agli ordini del direttore di gara Maggio della sezione Aia di Lodi si conclude col risultato di 1-1. Fin qui nulla di strano. Nel combattuto girone meridionale di Lega Pro la particolarità è data dal fatto che la partita termina senza nessun provvedimento disciplinare. Il referto dell’arbitro conta “zero” ammoniti.

Di contro dopo la pubblicazione da parte del Giudice sportivo del comunicato ufficiale relativo all’ultima giornata del raggruppamento è salito a 766 il numero delle ammonizioni complessivamente comminate in 157 incontri (all’appello mancano le gare da recuperare Paganese-Catania e Vibonese-Catanzaro oltre che Rieti-Reggina decisa a tavolino senza scendere in campo). La media a partita è di poco inferiore ai cinque “gialli” (4,87).

Nella particolare graduatoria delle ammonizioni la Casertana conferma il “trend” della scorsa stagione confermandosi dopo sedici giornate di campionato al primo posto con 53 sanzioni (media 3,31 a partita) “spalmate” su ventidue calciatori. Sul “podio” anche Cavese (49 ammonizioni) e Vibonese (che è arrivata a 46). Alle spalle tutte le altre fino ad arrivare alle ultimissime posizioni che vedono Paganese a 28 e Sicula Leonzio con appena 25 ammonizioni.

Per quanto riguarda le espulsioni (31 complessive) e le giornate di squalifica (65) la Virtus Francavilla comanda le relative classifiche: ben cinque espulsioni collezionate finora dai calciatori biancoazzurri ed il conto dei turni di stop disciplinare (“cumuli” di ammonizioni comprese) arriva fino a dieci giornate. Da notare che Paganese e Sicula Leonzio finora non hanno mai pagato “dazio” al Giudice sportivo in termini di squalifiche.

Relativamente, infine, alle multe (60.000,00euro di sanzioni complessive relative al campionato) la graduatoria è comandata dal Catania con euro 13.000,00 seguito da Reggina e Cavese. In cinque, Casertana compresa, non hanno rimediato alcuna sanzione.

Classifica ammonizioni – 1. Casertana 53 ammonizioni; 2. Cavese 49; 3. Vibonese 46; 4. Virtus Francavilla 44; 5. Rieti 43; 6. Monopoli 42; 7. Potenza, Rende 41; 9. Avellino, Teramo 40; 11. Viterbese 39; 12. Catanzaro 38; 13. Catania, Reggina 36; 15. Picerno 34; 16. Bisceglie 32; 17. Ternana 30; 18. Bari 29; 19. Paganese 28; 20. Sicula Leonzio 25.

Classifica espulsioni – 1. Virtus Francavilla 5 espulsioni; 2. Reggina 3; 3. Avellino, Bisceglie, Casertana, Catania, Potenza, Rende, Ternana, Vibonese 2; 11. Catanzaro, Cavese, Monopoli, Picerno, Rende, Teramo, Viterbese 1; 18. Bari, Paganese, Sicula Leonzio 0.

Classifica giornate di squalifica – 1. Virtus Francavilla 10 giornate di squalifica; 2. Vibonese 8; 3. Avellino, Casertana, Catania, Cavese, Monopoli, Reggina, Rieti 4;  10. Potenza, Teramo 3; 12. Bisceglie, Catanzaro, Picerno, Rende, Ternana, Viterbese 2; 18. Bari 1; 19. Paganese, Sicula Leonzio 0.

Classifica multe – 1. Catania euro 13.000,00 di sanzioni; 2. Reggina euro 12.000,00; 3. Cavese euro 9.000,00; 4. Bari euro 6.000,00; 5. Catanzaro euro 5.500,00; 6. Potenza, Vibonese euro 3.500,00; 8. Avellino euro 2.500,00; 9. Sicula Leonzio euro 2.000,00; 10. Bisceglie, Paganese, Picerno, Teramo, Virtus Francavilla, Viterbese euro 500,00; 16. Casertana, Monopoli, Rende, Rieti, Ternana euro 0,00.

Redazione