Contributi-under: ecco quanto hanno incassato finora le società del girone C

pallone.png

Solo per dieci club oltre 1,2 milioni: Cavese saldamente in testa alla classifica seguita da Rende e Paganese. Per la Casertana quasi 90mila euro

Oltre un milione e duecentomila euro: questo il “bottino” che solo dieci società del raggruppamento meridionale di serie C si sono finora spartite grazie ai contributi federali provenienti dalla Lega Pro relativi all’utilizzo in campionato degli “under” nati dal 1998 in poi.

Come anticipato già nella giornata di ieri è la Cavese la società più “virtuosa” non solo del girone ma dell’intero campionato di serie C. I 10.293,36 minuti accumulati dal club metelliano (determinati con i vari coefficienti) hanno fruttato al sodalizio blu-foncè oltre 275mila euro: in “soldoni” quasi ventimila euro per ogni partita di campionato finora disputata. La Cavese è prima nel girone sia nella graduatoria relativa alle prime sette giornate che in quella inerente le partite che vanno dall’ottavo al quattordicesimo turno, periodo sul quale è stata determinata la seconda “tranche” di contributi.

Al secondo posto nella classifica generale si piazza il Rende con oltre 157mila euro incassati, ma poco distante la Paganese che ha incassato come contributi Federali oltre 151mila euro.

E la Casertana? Non considerando le società che non hanno incamerato alcun contributo, il club di corso Trieste era al nono ed ultimo posto del raggruppamento dopo le prime sette giornate con 1.039,32 minuti accumulati dagli “under” e contributi per quasi 28mila euro (gare con Potenza, Rende, Virtus Francavilla, Rieti, Picerno, Bisceglie e Catanzaro che hanno fruttato 12 punti). Il sodalizio rossoblù è risalito al sesto posto dall’ottava giornata in poi con 2.302,92 minuti ed oltre 61mila euro di contributi (partite con Vibonese, Sicula Leonzio, Cavese, Monopoli, Teramo, Viterbese e Reggina dove si sono raccolti 6 punti). Nella graduatoria generale occupa ora la settima posizione nel girone con circa 90mila euro incassati.

Fuori classifica i club che, pur utilizzando elementi nati dal 1998 in poi, non hanno schierato calciatori di proprietà ma in prestito da club di categoria superiore. Il caso più eclatante è quello dell’Avellino, ma nel discorso rientra anche il Rieti. Differente la posizione di altre società che, invece, non hanno puntato in alcun modo ai contributi federali per l’utilizzo di “under”: si tratta di Bari, Catania e Catanzaro, ma pure Potenza, Reggina, Sicula Leonzio, Teramo e Ternana.

Queste, infine, le classifiche parziali e la graduatoria generale. Da ricordare che la prossima “tranche” di contributi federali per l’utilizzo degli “under” scatterà per le gare dalla quindicesima alla ventunesima giornata di campionato.

Prima tranche (dalla 1a alla 7a giornata) – 1. Cavese euro 136.964,35; 2. Paganese euro 81.183,18; 3. Rende 79.054,27; 4. Bisceglie euro 65.786,95; 5. Vibonese euro 65.026,85; 6. Viterbese euro 57.569,75; 7. Monopoli euro 46.432,41; 8. Virtus Francavilla 46.143,62; 9. Casertana 27.894,88; 10. Avellino, Bari, Catania, Catanzaro, Picerno, Potenza, Reggina, Rieti, Sicula Leonzio, Teramo, Ternana euro 0,00.

Seconda tranche (dall’8a alla 14a giornata) – 1. Cavese euro 138.761,51; 2. Rende euro 78.343,71; 3. Bisceglie euro 77.312,26; 4. Paganese euro 70.677,44; 5. Viterbese 66.549,42; 6. Casertana euro 61.632,93; 7. Virtus Francavilla euro 39.757,26; 8. Monopoli euro 32.613,20; 9. Vibonese euro 32.151,26; 10. Picerno euro 11.096,15; 11. Avellino, Bari, Catania, Catanzaro, Potenza, Reggina, Rieti, Sicula Leonzio, Teramo, Ternana euro 0,00.

Totale – 1. Cavese euro 275.725,86; 2. Rende euro 157.397,98; 3. Paganese euro 151.860,62; 4. Bisceglie euro 143.099,21; 5. Viterbese euro 124.119,17; 6. Vibonese euro 97.178,11; 7. Casertana euro 89.527,81; 8. Virtus Francavilla 85.900,88; 9. Monopoli euro 79.045,61; 10. Picerno euro 11.096,15; 11. Avellino, Bari, Catania, Catanzaro, Potenza, Reggina, Rieti, Sicula Leonzio, Teramo, Ternana euro 0,00.

Massimo Iannitti