Floro Flores-Starita: la Casertana si regala gli ottavi

Floro goal Bisceglie
Floro Flores sigla il goal dell’uno a zero (Foto Giuseppe Scialla)

Un goal per tempo dei due attaccanti regalano ai falchetti il confronto contro il Catanzaro. Al Bisceglie non basta la rete di Longo per evitare la sconfitta 

CASERTANA – BISCEGLIE 2-1

Casertana (3-5-2): Zivkovic; Clemente, Ciriello (dal 79’ Starita), Gonzalez; Paparusso (dal 65’ Adamo), Varesanovic (dal 65’ Matese), Santoro, Laaribi, Zivkov; Floro Flores (dal 51’ Origlia), Cavallini (dal 79’ Zito). A disp: Crispino, Galluzzo, D’Angelo, Longo, Lezzi. All: Ciro Ginestra

Bisceglie (3-5-2): Borghetto; Murolo (dal 46’ Zigrossi), Turi, Hristov; Tarantino (dal 59’ Diallo), Dellino (dal 46’ Longo S.), Camporeale, Zibert, Mastrippolito; Montero (dal 59’ Gatto), Rafetraniaina (dall’89’ Manicone). A disp: Casadei, Ebagua, Cardamone, Spadaliere, Piccinni, Ferrante. All: Sandro Pochesci

Arbitro: Claudio Petrella di Viterbo

Ammoniti: Longo S. (BI), Zigrossi (BI), Zibert (BI), Matese (CE)

Reti: Floro Flores (CE) 37’, Longo S. (BI) 80’, Starita (CE) 89’

CASERTA Un gol di Starita, all’ultimo minuto, regala alla Casertana il passaggio del turno, agli ottavi di finale della Coppa Italia, dove trova il Catanzaro. Buon test per la Casertana, soprattutto da chi ha trovato poco spazio in questo avvio di stagione, e soprattutto buon test per Floro Flores, alla seconda marcatura consecutiva, che mette altri minuti nelle gambe. Decidono i gol di Floro Flores e Starita, intervallati dalla rete di Longo che non è bastata per trovare in tempi supplemtari. Amaro dunque il ritorno di Pochesci al Pinto e tecnico ex Casertana che deve concentrare le sue attenzioni solo al campionato.

Turno infrasettimanale di Coppa per la Casertana, reduce dal pareggio contro la Viterbese di domenica e chiamata nel prossimo turno di campionato nella difficile trasferta di Reggio Calabria. Mister Ginestra, come ampiamente prevedibile, si affida ad un massiccio turnover per cercare di preservare i titolari in vista proprio della sfida alla capolista. Esordio stagionale per Zivkovic che prende il posto tra i pali di Crispino, così come si rivede in campo dal primo minuto Ciriello che insieme a Clemente e Gonzalez compone il trio difensivo. In avanti, come anticipato dal tecnico Ginestra già domenica sera, in campo dal primo minuto Antonio Floro Flores, che fa coppia con Cavallini, chiamato a mettere minuti nelle gambe, dopo l’infortunio. In casa Bisceglie, dell’ex Pochesci, solo panchina per l’attaccante Ebagua, su cui la società nerazzurra affida le speranze di centrare l’obiettivo salvezza.

Primo tempoRitmi blandi in avvio di gara, complice anche a causa del terreno di gioco abbastanza viscido. Prima occasione della gara capita sulla testa di Floro Flores: 3′ cross dalla sinistra di Zivkov, l’attaccante rossoblu anticipa l’uscita maldestra di Borghetto, ma il suo colpo di testa si perde a lato. Partita che scorre senza grosse sussulti, ne da una né dall’altra parte, con le due squadre che battagliano principalmente a metà campo. Al 37′ la Casertana però trova la rete del vantaggio: contropiede dei falchetti con Laaribi che riesce a servire Floro Flores che partito in posizione regolare, si invola verso la porta, salta Borghetto in uscita e deposita la sfera in rete. Secondo gol consecutivo per l’attaccante rossoblu, dopo quello realizzato domenica scorsa contro la Viterbese. È l’ultimo guizzo di un primo tempo decisamente povero di occasioni, scialbo e giocato sotto ritmo da entrambe le squadre.

Secondo tempoRipresa che inizia con il Bisceglie che pare sembrare più volitiva, complice un doppio cambio operato da Pochesci (Longo e Zigrossi in luogo di Murolo e Dellino) e al 50′ è Montero a liberarsi del limite dell’area, ma il suo tiro si perde alto sopra la traversa. Al 51′ finisce la partita di Antonio Floro Flores, salutato dagli applausi del pubblico presente al Pinto, con mister Ginestra che inserisce Origlia. Al 56′ è Laaribi a scaldare i guantoni di Borghetto, sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto dell’ex Rende, che il portiere ospite è costretto a respingere con i pugni per evitare guai maggiori. Al 66′ il Bisceglie si costruisce la grande occasione per trovare la rete del pareggio: cross di Longo per cercare la testa di Gatto che serve Camporeale, ma il suo tiro fortunatamente si perde sul fondo. Al 78′ la Casertana si ritorna a rintracciare dalle parti di Borghetto: spunto di Zivkov sulla corsia di sinistra e cross al centro, a tagliare tutta l’area, su cui arriva Adamo ma il suo tiro tocca il palo e finisce tra le braccia del portiere. Al 79′ è Gatto a chiamare Zivkovic all’intervento, con un tiro dal limite che il portiere rossoblu riesce a deviare in angolo. Sugli sviluppi del tiro dalla bandierina, Longo è il più lesto a toccare la sfera, regalando il pareggio alla formazione ospite. Minuto 89′, quando lo spettro dei supplementari sembrava aleggiare sul Pinto, Starita lanciato dalle retrovie, riesce a prendere il tempo a Zigrossi e con un diagonale preciso batte Borghetto. Al 91′ arriva la risposta del Bisceglie: conclusione dal limite, forte, di Turi e sfera che si perde di poco a lato di Zivkovic. Termine di fatto qua la gara, la Casertana si conquista il passaggio al turno successivo, dove incontrerà il Catanzaro, mentre per il Bisceglie, dopo una ripresa sicuramente giocata con più impegno, la testa va solo al campionato.

Giovanni Fiorentino