Le condizioni del manto erboso del “Pinto”

foto partita.jpg
Quattro… gambe all’opera al “Pinto” in Casertana-Monopoli (Foto Giuseppe Scialla)

Nei giorni scorsi il terreno di gioco è stato sottoposto a risemina

Manto erboso del “Pinto” sotto la lente di ingrandimento nella gara di ieri Casertana-Monopoli. La formazione rossoblù è tornata a giocare al “Comunale” a distanza di dieci giorni dall’ultima apparizione con la Sicula Leonzio. Periodo in cui il campo di gioco del “Pinto” è stato oggetto di un’opera di “rastrellatura” e “risemina” come evidenziato dalla società.

foto campo 2.jpg

La fine del campionato solitamente coincide con il periodo ideale per la “rigenerazione” completa del prato verde, mentre la “risemina” può essere effettuata in tutto l’anno ed anche nel mese di ottobre considerato tra quelli climaticamente ideali. Necessario, però, anche un periodo di riposo per consentire al nuovo seme di germogliare. Anche per questo motivo il gruppo rossoblù di mister Ginestra nei giorni scorsi ha continuato la sua preparazione settimanale lontano da viale Medaglie d’Oro utilizzando, all’occorrenza, lo spazio erboso alle spalle della porta posizionata a destra della Tribuna.

Si spera di avere già un risultato decisamente migliore per il prossimo 3 novembre quando la Casertana tornerà al “Pinto” per affrontare la Viterbese. A disposizione, quindi, ancora una decina di giorni per cercare di rivedere in buone condizioni il terreno di gioco.

Redazione