Casertana tutto cuore, il Monopoli si inchina

Zito trascina una formazione rossoblu imbottita di giovani, Longo chiude il match che regala tre punti importanti in chiave classifica

CASERTANA – MONOPOLI 2-1

Casertana (3-5-2): Crispino; Clemente, Silva, Caldore; Longo (dall’87’ Zivkov), Laaribi, Lezzi (dal 67’ Santoro), Zito, Paparusso; Cavallini (dal 58’ Adamo), Starita. A disposizione: Zivkovic, Galluzzo, Gonzalez, Ciriello, Matese, Varesanovic, Origlia. Allenatore: Ciro Ginestra

Monopoli (3-5-2): Antonino; Pecorini, De Franco, Mercadante (dal 77’ Tuttisanti); Rota, Carriero, Arena, Piccinni (dal 77’ Cuppone), Hadziosmanovic (dall’82’ Antonacci); Moreo (dal 56’ Fella), Salvemini (dal 56’ Jefferson). A disposizione: Menegatti, Milli, Mariano, Nina, Ferrara. Allenatore: Giuseppe Scienza

Arbitro: Sajmir Kumara di Verona

Reti: Zito (C) 48’, Fella (M) 59’, Longo (C) 74’

Ammoniti: Carriero (M), Piccinni (M), Arena (M), Longo (C), Galluzzo (C), Lezzi (C), Ginestra (C), Santoro (C), Zito (C)

Espulso: Jefferson (M) 92′

CASERTA – La Casertana dei giovani, quella che in un colpo solo si vede costretta a rinunciare ai suoi uomini guida, fa il colpaccio contro un Monopoli che almeno a Caserta si è dimostrato veramente poca cosa. Merito sicuramente dell’atteggiamento della formazione rossoblu, che ha giocato una partita tutto cuore, non facendo mancare dinamismo e voglia di lottare sopra ogni pallone. Decidono i gol di Zito, complice un’indecisione di Antonino, e di Longo, intervallati dalla rete di Fella entrato in campo da appena un minuto. Tre punti importantissimi per la Casertana, mentre per il Monopoli secondo stop consecutivo.

Primo tempo – Mister Ginestra, due punti nelle ultime tre giornate, costretto a rinunciare a Castaldo, D’Angelo, Rainone, oltre che a Floro Flores, concede un turno di riposo anche a Santoro, presentando una Casertana inedita, senza però rinunciare alla sua filosofia di gioco. Dentro Lezzi e Clemente, rispettivamente schierati a metà campo e difesa, mentre tocca a Cavallini fare coppia con Starita, in diffida, nel reparto avanzato. In casa Monopoli invece, mister Scienza, che vuole riscattare il ko di domenica contro la Reggina, lascia in panchina l’ex Jefferson, mentre in campo fin dall’inizio Carriero, si affida al turnover, tanto spazio Hadziosmanovic, Tuttisanti e Antonino tra i pali che rileva Menegatti. Al 2′ Carriero prova l’incursione in area rossoblu, prima di lasciarsi cadere, proprio sotto gli occhi del direttore di gara, che non può non ammonire l’ex rossoblu per simulazione. La risposta della Casertana, arriva al 5′ è capita sui piedi di Laaribi che da buona posizione mette la sfera alta sopra la traversa. Al 9′ è Silva a farsi trovare all’impatto di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Laaribi, ma la conclusione dell’ex Piacenza si perde alta sopra la traversa. Casertana che prova a rispondere, colpo su colpo, alle iniziative del Monopoli, in una fase della gara molto spezzettata, facendo leva sul furore agonistico e sul grande spirito di abnegazione dei calciatori rossoblu. Al 35′ altro lampo della Casertana: assist di Laaribi per Starita che appoggia al centro per Cavallini, che perde l’attimo per la battuta a rete. Al 43′ si riaffaccia anche il Monopoli dalle parti di Crispino: Hadziosmanovic che da buona posizione prova la battuta a rete, ma la sua conclusione si perde a lato. È l’ultimo lampo di una prima frazione di gioco, sicuramente non bella, con una Casertana che sta provando a non farsi “schiacciare” dal palleggio della formazione di Scienza, provando a rendersi pericolosa con rapidi capovolgimenti di fronte.

Secondo tempo – Senza cambi le due formazioni che iniziano la ripresa ed è proprio in avvio di secondo tempo che, a sorpresa, la Casertana trova la rete del vantaggio: 48′ conclusione dalla lunga distanza di Zito, apparentemente senza grosse pretese, che però complice l’indecisione di Antonino, che si lascia tradire il da un falso rimpallo, e la sfera termina la sua corsa in rete. Al 56′ mister Scienza decide di cambiare, per aumentare il peso offensivo della sua squadra apparsa veramente non in grado in impensierire Crispino. Dentro dunque Fella e Jefferson con il chiaro intento di provare a riequilibrare la gara. La risposta di Ginestra non tarda ad arrivare, al 55′ fuori Cavallini e dentro Adamo per provare a sfruttare gli spazi della difesa ospite. Al 56′, al primo pallone toccato, è proprio Fella a trovare la rete del pareggio: azione insistita di Jefferson che serve a limite dell’area proprio Fella che ferma la sfera e con un destro piazzato infila Crispino. Il Monopoli, inizia a guadagnare campo e al 64′ è Carriero a chiamare Crispino all’intervento, con un tiro dal limite su cui si oppone in tuffo il portiere rossoblu. Al 73′ con una rapida azione di contropiede la Casertana trova il raddoppio: contropiede guidato da Zito, scarico per Starita che crossa sul secondo palo dove l’accorrente Longo di piatto non ha difficoltà a battere Antonino. Al 79′ arriva la risposta del Monopoli: azione insistita di Tuttisanti dalla sinistra semina il panico nella difesa rossoblu, prima di servire Fella, il cui tiro però si perde alto sopra la traversa. Monopoli riversato nella metà campo rossoblu e Casertana che risponde senza timore. Al 93‘ c’è tempo per l’espulsione dell’ex Jefferson, reo di un colpo ai danni di Caldore che spegne le ultime velleità della formazione pugliese. È l’ultimo sussulto della gara, il triplice fischio sancisce la fine: i falchetti festeggiano insieme a Ginestra, il Monopoli a testa bassa, dopo aver salutato i propri tifosi lasciano mestamente il campo.

Giovanni Fiorentino