Per la Casertana il pericolo si chiama Monopoli

de franco.jpg
Il capitano biancoverde De Franco in chiusura su Castaldo in Casertana-Monopoli della scorsa stagione (Foto Giuseppe Scialla)

Biancoverdi che arrivano domani sera al “Pinto” dopo lo stop con la Reggina che ha messo fine ad una serie utile di sette incontri

Organico ampio e sicuramente affidabile quello del Monopoli, avversario nel turno di mercoledì sera della Casertana al “Pinto”. Ed una “rosa” che il tecnico Beppe Scienza è capace di far ruotare senza intaccare la solidità della sua squadra. Non tragga in inganno la sconfitta rimediata con la Reggina nel pomeriggio di domenica al “Veneziani” e che ha messo fine ad una serie utile di sette incontri (tra campionato e Coppa Italia) con ben sei successi all’attivo. I biancoverdi avrebbero meritato il pari ed i calabresi per avere la meglio sono dovuti ricorrere a ben due rigori.

Contro la Casertana, come già accaduto nel precedente turno infrasettimanale di questa stagione, l’allenatore di origini piemontesi potrebbe ricorrere ad un ampio “turn-over” anche in vista della prossima giornata dove si troverà di fronte sul terreno di gioco amico il Potenza. Il tutto pure tenendo conto delle assenze di Giorno (4, 1993), appiedato per un turno dal Giudice sportivo), e degli infortunati Triarico (10, 1989) e Mendicino (11, 1990).

Quello che non cambierà è il collaudato “3-5-2” proposto da Scienza dopo il suo ritorno alla conduzione tecnica del Monopoli in sostituzione di Giorgio Roselli. A guardia dei pali due gli estremi difensori che si sono alternati fino a questo momento: insieme al giovane Antonino (maglia numero 1, 1998, nella scorsa stagione in serie D col Taranto, 720′ in campo finora) anche il pìù esperto Menegatti (22, 1992, 540′ di gioco ed utilizzato contro la Reggina). Nel gruppo anche l'”under” Milli (12, 2000) arrivato in prestito dal Lecce.

Nel terzetto di difesa l’unico sicuro di una maglia da titolare è il capitano De Franco (28, 1988), col centrale napoletano che fino a questo momento non ha saltato neanche una gara in campionato. Al suo fianco potrebbero giostrare sia Ferrara (26, 1993) che Mercadante (3, 1995), ma a Scienza non mancano le alternative nel ruolo. Nelle scorse settimane a destra del pacchetto difensivo si sono visti all’opera sia Pecorini (6, 1993) che il giovane Tazzer (31, 1999), mentre sulla corsia opposta hanno giostrato pure l’ex Bisceglie Maestrelli (16, 1998) ed il giovanissimo Antonacci (15, 2001).

Considerata l’assenza dello squalificato Giorno qualche scelta in meno per il tecnico biancoverde nel pacchetto di mediana: probabile l’inserimento sin dal primo minuto dell’italo-montenegrino Hadziosmanovic (30, 1998, giunto dalla Sampdoria “via” Vis Pesaro) al fianco del centrale Piccinni (8, 1987, ha iniziato la stagione col Potenza per poi passare al Monopoli) e dell’ex rossoblù Carriero (20, 1997, in gol contro la Reggina). Decisamente minori le possibilità di impiego per gli “under” Arena (5, 1999), Tuttisanti (18, 1999) e Nina (24, 2001), quest’ultimo ancora in attesa del suo esordio stagionale. Sulle corsie esterne, invece, spazio per Rota (21, 1995) e Donnarumma (17, 1992).

Non è da escludere che la maggiore “rotazione” possa riguardare la coppia d’attacco. Contro la Reggina si sono visti all’opera l’altro ex falchetto Jefferson (33, 1988) e Fella (23, 1993), autori fino a questo momento della stagione di quattro reti a testa. Contro la Casertana potrebbe essere la volta di Salvemini (7, 1996), ma “scalpitano” per una maglia da titolare l’ex Bisceglie Cuppone (9, 1997) insieme a Moreo (25, 1996) che il Monopoli ha prelevato in prestito dal Cosenza. In cerca di “minutaggio”, infine, pure Nanni (32) ed il prodotto locale Mariano (19), entrambi classe 2000.

Per la scheda completa del Monopoli clicca qui.

Massimo Iannitti