Arriva il Monopoli, la Casertana tocca ferro

monopoli.jpg
Idda, Murolo ed Alfageme nell’area avversaria in Casertana-Monopoli del 6 dicembre 2015. E’ l’ultima vittoria raccolta dai falchetti al “Pinto” contro la compagine pugliese (Foto Giuseppe Scialla)

Nelle ultime tre stagioni i biancoverdi sono passati al “Pinto”. L’ultima vittoria dei falchetti nel 2015

Arriva il Monopoli al “Pinto” e la Casertana tocca ferro. Nelle ultime tre stagioni, infatti, i biancoverdi sono passati con regolarità sul manto erboso dell’impianto di viale Medaglie d’Oro nel confronto coi falchetti.

Per ritrovare l’ultima vittoria al “Comunale” bisogna tornare indietro addirittura alla stagione 2015-2016 e precisamente al 6 dicembre 2015: 2-1 grazie alla “inzuccata” di Alfageme (12′, su angolo di Mangiacasale) ed alla realizzazione sotto misura di Agyei (38′, dopo una ribattuta del montante su conclusione ancora di Mangiacasale). Giusto al 90′, con la Casertana in dieci per l’espulsione di De Angelis, la “rete della bandiera” monopolitana con Croce che fulmina Gragnaniello con un tiro sotto la traversa.

Dopo quel successo solo delusioni, a cominciare dal campionato 2016-2017. Il 4 settembre 2016 si gioca la seconda giornata ed il Monopoli passa di misura (0-1 finale) con un preciso diagonale di Gatto (38′) che si infila alle spalle di Ginestra. Va pure peggio (0-3) nella stagione 2017-2018 nel match del 14 ottobre 2017. La squadra di D’Angelo chiude il primo tempo sul risultato di parità iniziale, ma nella ripresa sale in cattedra la formazione pugliese di Tangorra. Sblocca il risultato Genchi (61′, su tiro-cross di Sounas), raddoppia lo stesso Sounas (75′) e chiude i conti Sarao (81′). Infine lo scorso campionato 2018-2019 con la partita del 9 dicembre 2018. Altra vittoria col minimo scarto del Monopoli (0-1) grazie alla marcatura di Mangni al 78′. Termina con i biancoverdi la serie utile della Casertana di dieci incontri.

Negli scontri-diretti con i calciatori del “Gabbiano” non mancano, comunque, ricordi  oltremodo positivi, a cominciare da quello del 2 giugno 1991 e con quel 3-0 (Serra, Suppa e Campilongo i marcatori) che sancisce la promozione in serie B della Casertana al termine della stagione calcistica 1990-1991.

Le altre vittorie dei falchetti nel 1985-1986 nell’incontro del 26 gennaio 1986 (2-0 per la Casertana grazie alla doppietta di Genzano) ed ancora nel 1988-1989 (match del 5 febbraio 1989, 1-0 con la rete di Solfrini al primo minuto di gioco) e nel 1989-1990 (disputata il 4 febbraio 1990, 2-0 con le marcature di De Rosa e Ravanelli su calcio di rigore).

Soltanto due i pareggi ed entrambi col risultato di 0-0: il primo nel campionato 1984-1985 (gara del 3 marzo 1985) ed il secondo nella stagione 1986-1987 (esordio in campionato del 21 settembre 1986). Ricordi ancora negativi, infine, nel campionato di C1 1987-1988 quando il 31 gennaio 1988 il Monopoli passa al “Pinto” col risultato di 0-2 con le reti di Caruso e List nella ripresa con la Casertana che termina l’incontro in inferiorità numerica per l’espulsione di Viganò ad un quarto d’ora dalla fine.

Bilancio complessivo, quindi, di undici precedenti. Cinque i successi della Casertana a fronte di quattro vittorie del Monopoli e due pareggi. Dieci le reti messe a segno dai calciatori rossoblù a fronte di otto gol incassati.

Redazione