Cavese-Casertana: il primo pari nel 1984

fotosquadra.jpg
Una delle formazioni della Casertana schierate nella stagione di C1 1984-1985. In alto da sinistra Renzi, Doto, Costa, Pasquali, Garzieri. Accosciati Cazzani, Forte, Frigerio, Ianniello, Pallanch, Mariotti

Un solo successo dei falchetti sul campo della formazione metelliana. E’ quello dello scorso anno. Negli altri precedenti in campionato tre pareggi e cinque sconfitte

Nove i precedenti in campionato relativi all’incontro Cavese-Casertana: soltanto una vittoria all’attivo per la formazione rossoblù. E’ quella relativa alla scorsa stagione quando i falchetti si imposero al “Simonetta Lamberti” col risultato di 2-1. Per il resto tre pareggi e ben cinque vittorie in favore della compagine di casa. Ripercorriamo nell’articolo che segue il primo pareggio ottenuto in trasferta dalla Casertana nella stagione calcistica 1984-1985 di C1.

Nè vinti nè vincitori. Il derby è finito lasciando ancora una volta l’amaro in bocca ai padroni di casa, ed alquanto soddisfatti gli ospiti. Bean, che aveva mandato in campo una formazione non troppo abbottonata ma che non consentisse troppi spazi all’undici metelliano, ha avuto ragione del suo modulo. Chi, invece, deve ancora raccogliere i frutti del suo lavoro è Benetti il quale ancora una volta non è riuscito a mettere fuori causa quella sfortuna che sembra stia provando gusto a perseguitarlo. Comunque lascia perplessi il fatto che il tecnico della Cavese continui a tenere in panchina uomini che erano stati acquistati per giocare da titolari. Nessuno si permette di entrare in quelle che sono le decisioni del mister cavese, ma a fine gara non erano del tutto immeritate le disapprovazioni provenienti dagli spalti. C’è da tener conto anche del valore della Casertana che, ancora una volta, ha dimostrato di essere una compagine di categoria capace di esprimere un gioco non soltanto attraente ma anche redditizio. Il pareggio conseguito dai falchetti è, pertanto, un risultato di rilievo perchè viene a dare maggiore consistenza ad una classifica che già è da considerare più che soddisfacente. Non c’è da fare una distinzione di meriti in casa rossoblù perchè tutti hanno giocato una bella partita profondendo le migliori energie. Si vede chiaro, quindi, che non sono tanto i singoli a venire fuori in questa Casertana, quanto il collettivo: un collettivo che Gastone Bean ha saputo amalgamare e che, col passare delle giornate, potrà riservare ancora belle soddisfazioni ai propri sostenitori.

La Cavese, che in quanto a supremazia territoriale ha fatto pendere la bilancia dalla sua parte, è venuta meno in fase conclusiva. Mandressi al 60′ trovava il corridoio giusto su punizione battuta da Pavone pareggiando le sorti di un confronto che stava avviandosi alla fine a favore della Casertana. Al 47′ azione rapidissima Mariotti-Frigerio, con quest’ultimo che faceva fuori due difensori ed a nulla servita l’uscita disperata di Oddi. Un gol molto bello.

Le altre azioni di rilievo? Al 12′ Mariotti approfittava di una indecisione della difesa presentandosi da solo in area. In questa circostanza era bravo Oddi ad evitare il pericolo. Poi al 26′ era Ianniello a salvare sulla linea un tiro di Fratena e quattro minuti dopo Pavone mancava una facile occasione.

Serie C1 – girone B – 1984-1985 – Ottava giornata – 11 novembre 1984

Cavese: Oddi, Rispoli, Sergio, Signorini, Gregori, Malisan, Urban, Mari, Mandressi, Pavone, Fratena. A disp. Assante, Bobbiesi, Andreoli, Malaman, La Rosa. All. Benetti

Casertana: Renzi, Cazzani, Garzieri, Forte, Pasquali, Costa, Pallanch, Ianniello, Mariotti (Gatto 77’), Zitta, Frigerio (Viscido 81’). A disp. Reccia, Fiorentino. All. Bean

Arbitro: Bettini di Forlì

Reti: Frigerio (CAS) 47’, Mandressi (CAV) 60’

Ammoniti: Signorini, Urban (CAV); Frigerio, Ianniello (CAS)

Note: spettatori tremila circa con folta rappresentanza di tifosi casertani

(Gino Liguori – Il Mattino – edizione del 12 novembre 1984)