Il turno: si comincia con Reggina-Catanzaro

reggina.jpg
Atteso al “Granillo” il pubblico delle grandissime occasioni per il match Reggina-Catanzaro (Foto Giuseppe Scialla

La scorsa stagione doppio successo giallorosso. Domenica, poi, spicca Bari-Ternana

Questo fine settimana in calendario la nona giornata nel girone meridionale di Lega Pro. Si comincia già nella serata di sabato (ore 20,45) con l’atteso derby calabrese Reggina-Catanzaro. Nella scorsa stagione doppio successo per la compagine giallorossa (1-0 al “Ceravolo”, 3-4 al “Granillo”) e proprio la sconfitta interna rimediata nel girone di ritorno portò all’esonero di Cevoli ed all’arrivo sulla panchina reggina di Drago. Match di assoluto interesse tra due squadre attualmente appaiate in graduatoria e desiderose di vivere un campionato di assoluto spessore.

Il turno continua, poi, nel pomeriggio di domenica. Alle ore 15,00 Catania-Picerno con gli etnei in preda ad una crisi di risultati che pare senza fine: la gara con i lucani sembra quella adatta per incamerare i tre punti e passare una settimana di relativa tranquillità. Stesso orario anche per Potenza-Teramo. I rossoblù di Raffaele arrivano a questo confronto dopo aver superato nel primo turno di Coppa Italia il Rende; gli abruzzesi, invece, sono reduci dal successo con la Sicula Leonzio nel recupero della seconda giornata di campionato. Partita che potrebbe essere molto più “aperta” di quello che dice ora la classifica. I metelliani proveranno a superare il “mal di trasferta” in Rende-Cavese. I calabresi occupano al momento l’ultima piazza della graduatoria e sembrano rappresentare la “vittima perfetta” per la voglia di colpo esterno di Favasuli e compagni. Sempre nel primo pomeriggio pure Virtus Francavilla-Vibonese. I padroni di casa, eliminati mercoledì scorso dalla manifestazione tricolore, attraversano un momento poco brillante anche in campionato. Pare essere messa decisamente meglio la Vibonese che già due settimane fa ha sfiorato la vittoria esterna sul campo della Viterbese. Gara, comunque, da “tripla”.

Alle ore 17,30 tutte le altre partite della giornata a cominciare da Casertana-Sicula Leonzio di cui parliamo ampiamente a parte, ma spicca Bari-Ternana, occasione fondamentale per i “galletti” pugliesi per dimostrare di essersi messi definitivamente alle spalle l’inizio negativo. Fatto sta che la capolista umbra non arriva certo al “San Nicola” nel ruolo di “sparring-partner” della compagine di Vivarini. Al “Torre” il derby campano Paganese-Avellino. Gli azzurrostellati sono la rivelazione assoluta di questo inizio di stagione; gli irpini, invece, stanno pagando il ritardo di allestimento dell’organico di Ignoffo ed i risultati tardano ad arrivare. Pronostico, comunque, praticamente impossibile. Più semplice, almeno sulla carta, ipotizzare il risultato di Rieti-Monopoli visto il momento di grande forma dei biancoverdi di Scienza. Dall’altra parte, però, i laziali hanno l’intenzione di dimostrare che il pareggio di sabato scorso a Teramo non è stato frutto del caso. Chiuderà il turno Viterbese-Bisceglie con Pochesci che è alla ricerca della prima vittoria alla conduzione tecnica dei nerazzurri pugliesi. Questo il programma completo del turno e le designazioni arbitrali. 

BARI – TERNANA – Arbitro Meraviglia di Pistoia – ore 17,30

CASERTANA – SICULA LEONZIO – Arbitro Longo di Paola – ore 17,30

CATANIA – PICERNO – Arbitro Monaldi di Macerata – ore 15,00

PAGANESE – AVELLINO – Arbitro Marini di Trieste – ore 17,30

POTENZA – TERAMO – Arbitro Miele di Nola – ore 15,00

REGGINA – CATANZARO – Arbitro Paterna di Teramo – sabato ore 20,45

RENDE – CAVESE – Arbitro Collu di Cagliari – ore 15,00

RIETI – MONOPOLI – Arbitro Gallipo’ di Firenze – ore 17,30

VIRTUS FRANCAVILLA – VIBONESE – Arbitro Bitonti di Bologna – ore 15,00

VITERBESE – BISCEGLIE – Arbitro Cudini di Fermo – ore 17,30

Classifica: Ternana 19; Potenza 17; Catanzaro, Monopoli, Reggina 16; Bari 14; Casertana, Catania, Paganese 12; Vibonese, Viterbese 11; Avellino 10; Bisceglie, Picerno, Teramo, Virtus Francavilla 9; Cavese 8; Sicula Leonzio 5; Rende, Rieti 2.

Redazione