Casertana tutto cuore, battuto il Catanzaro

I goal di Castaldo e Starita regalano tre punti alla formazione rossoblù. Al Pinto il Catanzaro perde partita e testa della classifica

CASERTANA – CATANZARO 2-1

Casertana (3-5-2): Crispino; Rainone, Silva, Caldore; Longo (Adamo 84′), D’Angelo, Santoro (Laaribi 80′), Zito, Paparusso (Zivkov 63′); Starita, Castaldo. A disposizione: Zivkovic, Galluzzo, Gonzalez, Cavallini, Ciriello, Matese, Clemente, Lezzi, Varesanovic. All. Ginestra

Catanzaro (3-4-3): Di Gennaro; Signorini (Fischnaller 55′), Martinelli, Quaranta; Casoli, Maita, Risolo (Celiento 55′), Nicoletti; Kanoute (Di Livio 77′), Bianchimano (Mangni 73′), Nicastro. A disposizione: Mittica, Adamonis, Calì, Giannone, Tascone, Riggio, Elizalde, Pinna. All. Auteri

Arbitro: Daniele De Santis di Lecce

Reti: Castaldo (CE) 18′; Starita (CE) 44′; Casoli (CZ) 58′;

Ammoniti: Crispino (CE), Signorini (CZ), D’Angelo (CE), Celiento (CZ), Quaranta (CZ), Zito (CE)

Espulsi:

CASERTAUna Casertana tutto cuore riesce a battere la corazzata Catanzaro, al termine di un incontro in cui i falchetti hanno saputo colpire al momento giusto, soffrire quando necessario, ma non perdere mai la lucidità nei momenti topici dell’incontro. Pinto ancora una volta indigesto per mister Autieri che come lo scorso anno si vede costretto ad alzare bandiera bianca davanti all’impeto e al furore agonistico messo in campo dalla formazione rossoblu. Decidono i gol dj Castaldo e Starita nella prima frazione di gioco, mentre a poco è servita la rete di Casoli ai giallorossi per evitare la sconfitta.

Primo tempoCasertana reduce dai due pareggi in trasferta consecutivi, ospita al Pinto la capolista Catanzaro, in quello che è il primo vero banco di prova per la formazione di mister Ginestra. Tecnico puteolano che cambia rispetto alla squadra che ha impattato mercoledì a Bisceglie: fuori Laaribi con spostamento di Zito nella linea mediana del campo, mentre Paparusso e Longo, schierato al posto di Adamo, occupano le corsia esterna rispettivamente a sinistra e a destra. In casa Catanzaro invece Nicastro, per Fischnaller, e Signorini per Celiento, rappresentano le due novità proposte da mister Gaetano Autieri che a Caserta cerca punti per continuare a mantenere la testa della classifica.
Dopo un’iniziale fase di studio, giocata per lo più a metà campo, è la Casertana a trovare la prima giocata della gara: 8′ cross di Paparusso della sinistra e Starita non riesce per un soffio a battere a rete. Al 10′ è Castaldo a chiamare Di Gennaro all’intervento: cross dalla destra di Longo e stacco in piena area del bomber casertano su cui Il portiere ospite è costretto a volare alla sua destra per deviare la conclusione. Al 12′ è Nicastro a rispondere per il Catanzaro, ma la conclusione dell’attaccante calabrese si rivela debole e facile preda di Crispino. Al 18′ la Casertana trova la rete del vantaggio: contropiede dei falchetti, Zito riesce a servire Castaldo in profondità che resiste al ritorno di Signorini e con sicurezza batte Di Gennaro. Casertana ancora pericolosa dalle parti di Di Gennaro al 28′: azione di di Castaldo sulla corsia di sinistra, assist al centro per l’accorrente D’Angelo la cui conclusione si rivela debole e facile preda per il portiere ospite. Al 33′ è Kanoute a crearsi lo spazio per la conclusione a rete, ma il suo tiro si perde sull’esterno della rete. Al 37′ ci prova Bianchimano con una punizione dal limite, con conseguente giallo per Crispino, ma la conclusione dell’attaccante si perde alta sopra la traversa. La gara sembra accendersi con il Catanzaro alla ricerca del pari, e Casertana che agisce di rimessa. Al 38′ Starita si libera dal limite ma la sua conclusione è potente ma imprecisa. Al 39′ Bianchimano, liberato da un’azione corale a chiamare Crispino all’intervento di piede, prima che Risolo spari alto da buona posizione. Al 44′ la Casertana trova il raddoppio: punizione battuta da Zito, palla messa fuori dalla retroguardia ospite, Santoro la rimette dentro, il più lesto ad avventarsi sulla sfera è Starita che con un tocco ravvicinato batte Di Gennaro. È l’ultima occasione del primo tempo e dopo un minuto di recupero il direttore di gara manda le due squadre negli spogliatoi.

Secondo tempoSecondo tempo che si apre con una buona occasione al 48’ grazie ad un calcio di punizione battuto da Zito, il cui tiro, forte, attraversa tutta l’aria e si perde di un soffio fuori. Al 49′ è il Catanzaro, prima con Nicastro, tiro respinto da Crispino, e poi Kanoute a provare la via del gol senza successo. Al 58‘ il Catanzaro accorcia le distanze: cross dalla destra di Kanoute, palla che scavalca tutta la linea difensiva rossoblu, sul secondo palo è appstato Casoli che di testa appoggia in rete. Al 63′ angolo battuto da Fischnaller testa di Signorini e palla che si perde di poco a lato. Al 71′ azione di contropiede della Casertana, con Castaldo che è bravo a servire a centro area Zito, che viene anticipato al momento del tiro da Celiento che mette la sfera in angolo. All’82′ ancora Catanzaro pericoloso: tiro dal limite di Mangni e sfera bloccata dal portiere rossoblu che evita anche il tap-in di Fischnaller pronto alla battuta a rete. All’87′ è Castaldo ad avere sui piedi la palla per chiudere l’incontro: cross dalla sinistra di Starita per l’accorrente attaccante rossoblu che da buona posizione mette la sfera fuori. Casertana in sofferenza, ma mai doma e pronta a rispondere agli attacchi del Catanzaro, che producono solo tanta confusione, e dopo cinque minuti di recupero il direttore di gara fischia la fine del match. Festeggia la Casertana, a capo chino il Catanzaro, che perde partita e testa della classifica.

Giovanni Fiorentino