Caldore: “sarà una settimana di fuoco”

caldore.jpg
Marco Caldore (Foto Giuseppe Scialla)

Il difensore rossoblù presenta i prossimi impegni della Casertana a cominciare dalla gara di Potenza di domenica contro il Picerno

Conferenza-stampa di metà settimana per la Casertana col difensore Marco Caldore che ha inizialmente analizzato la prestazione e la vittoria di sabato sera contro il Rieti. “Siamo molto contenti per la vittoria – le prime parole del centrale rossoblù – Rappresenta il frutto del duro lavoro svolto in questa parte iniziale della stagione. Mi spiace per l’errore in occasione del gol messo a segno dalla squadra laziale. Ci sono rimasto male e non ho dormito per due notti. Sono errori che non si debbono assolutamente fare“.

Largo successo che sembra aver riacceso gli entusiasmi per il prosieguo del campionato. “C’è sicuramente entusiasmo e tanta grinta da mettere in campo già dalla gara di domenica prossima – continua Caldore – Andiamo avanti per la nostra strada consapevoli del fatto che possiamo fare bene. L’obiettivo, comunque, resta la salvezza e bisogna lottare per quello ed arrivare a quella soglia. Poi potremmo pensare di fare altro“.

Campionato che, salvo rare eccezioni, appare sostanzialmente livellato verso l’alto. “Bisogna considerare anche il fatto che il torneo è iniziato da poco e molte squadre debbono ancora ingranare. Resta, comunque, un campionato equilibrato“.

Messa definitivamente in archivio la vittoria col Rieti, quella che attende la Casertana è un trittico di incontri dal livello crescente di difficoltà. Prima le trasferte sui campi del Picerno e Bisceglie. Poi il confronto al “Pinto” contro il Catanzaro. “Sarà una settimana di fuoco per quanto ci riguarda – spiega il difensore della Casertana – Sono tre partite molto dure e che potrebbero anche dire molto su che tipo di campionato andremo ad affrontare. Conosco il Picerno, hanno buoni elementi, a cominciare da Santaniello. L’insidia di giocare sul sintetico di Potenza. Magari loro sono più abituati, ma per quanto ci riguarda non sarà certo una scusante“.

Redazione