Casertana, tre punti all’esordio al “Pinto”

vjkmI6yY.jpeg
Il goal di Jacopo Silva (Foto Giuseppe Scialla)

Un goal per tempo regalano la prima vittoria stagionale ai falchetti. Esordio con goal per Silva, ma il Rende non demerita

Casertana (3-5-2): Crispino; Clemente, Rainone (Gonzalez dall’80’), Silva; Longo, Santoro, D’Angelo, Laaribi (Paparusso dal 58′), Zito (Varesanovic dal 90′); Castaldo, Starita (Floro Flores dall’89’). A disposizione: Zivkovic, Galluzzo, Cavallini, Ciriello, Matese, Lezzi, Gambino, Longobardo. Allenatore: Ciro Ginestra

Rende( 4-2-3-1): Borsellini; Germinio (Blaze dal 51′), Ampollini, Bruno, Origlio (Achik dal 93′); Loviso, Collocolo; Vivacqua, Morselli (Giannotti dal 66′), Scimia (Coly dal 51′); Libertazzi. A disposizione: Savelloni, Palermo, Cipolla, Bonetto, Vigolo, Murati. Allenatore: Angelo Andreoli

Arbitro: Mario Davide Arace di Lugo di Romagna

Assistenti: Fabio Pappagallo di Molfetta e Lucia Abruzzese di Foggia

Ammoniti: Laaribi (C), Santoro (C), Loviso (R), Bruno (R), Zito (C), Giannotti (R), Floro Flores (C), Blaze (R)

Reti: Silva (C) 14′, Castaldo (C) 65′

CASERTA – Un gol per tempo, Silva e Castaldo, regalano i primi tre punti stagionali alla Casertana che festeggia nel migliore dei modi l’esordio al Pinto. Una buona Casertana nel primo tempo dove ha creato e sprecato tanto, più cinica nella ripresa dove ha sfruttato una giocata di Castaldo per mettere la partita in ghiaccio, rischiando non poco di capitolare sotto i colpi di un Rende che ci ha provato a stare, prima e, successivamente, rientrare in partita.

Esordio stagionale al Pinto per la Casertana, che al pari del Rende non ha raccolto punti nella gara di domenica scorsa. Mister Ginestra conferma nove undicesimi della squadra di sette giorni fa a Potenza, facendo esordire dal primo minuto l’ultimo arrivato Silva che compone il trio difensivo insieme a Rainone e Clemente, mentre Laaribi si posizione sulla linea mediana, con conseguente esclusione di Gonzalez. Solo panchina per l’altro neo arrivato in maglia rossoblu Paparusso.
In casa Rende invece mister Andreoli rinuncia a Giannotti che lascia il posto a Morselli nella linea offensiva della formazione calabrese. Solo panchina per gli ultimi tre arrivati: Vigolo, Murati e Coly.

Primo tempo – Casertana che si costruisce la prima palla gol della partita al 3′, grazie ad un angolo battuto da Zito, che trova D’Angelo appostato al limite dell’area, ma il suo tiro si perde di poco a lato alla sinistra di Borsellini. La risposta del Rende non si lascia attendere: 8′ inserimento con i tempi giusti di Scimia il cui cross basso viene deviato in angolo dal ripiegamentod difensivo di Clemente. Al 12′ occasionissima per la formazione rossoblu: cross dalla destra di Longo sul quale si avventa Castaldo che con un tocco scomposto riesce a toccare quanto basta per superare Borsellini, prima che lo stesso estremo difensore toccasse la sfera e la ricacciasse dalla porta. Proteste dei calciatori rossoblu che chiedevano il gol, mentre il direttore di gara indicava la ripresa del gioco delle rimessa laterale. Vantaggio che i falchetti trovano al 14′ grazie ad un colpo di testa di Silva, abile a deviare in rete una punizione di Laaribi. Rende alle corde e Casertana che cerca di approfittare per mettere al sicuro il risultato: 22′ cross dalla sinistra di Laaribi, la difesa calabrese prova a respingere la sfera che capita sui piedi di Castaldo il cui tiro trova l’opposizione di Borsellini che devia in angolo. Al 28′ è il Rende a rendersi pericoloso sugli sviluppi di un calcio di punizione che libera al tiro Bruno, ma la conclusione del difensore calabrese si perde a lato. Al 45′ Castaldo libera Longo davanti a Borsellini, tutto vanificato dalla posizione irregolare dell’esterno rossoblu partito leggermente in anticipo rispetto al passaggio del compagno. È l’ultima occasione del primo tempo, dominato in lungo e in largo dalla Casertana che però non è stata capace di concretizzare le occasioni create.

Secondo tempo – Casertana inizia la ripresa con ritmi sicuramente più blandi e Rende che al 52‘ prova a farsi vedere dalle parti di Crispino con un colpo di testa di Libertazzi che si rivela debole e centrale non creando problemi al portiere rossoblu che blocca la sfera. Al 60′ episodio dubbio in area rossoblu con Rainone che atterra Vivacqua lanciato a rete: intervento scomposto del capitano rossoblu con gli ospiti che reclamano il calcio di rigore, non dello stesso avviso il direttore di gara che fa riprendere il gioco con un tiro dalla bandierina. Al 62′ è un colpo di testa di Ampollini, appostato sul secondo palo, a chiamare Crispino all’intervento in angolo. Al 65′ la Casertana trova il raddoppio: angolo di D’Angelo palla che attraversa tutta l’area di rigore prima di finire sui piedi di Castaldo che in mezza girata batte Borsellini. Al 68′ Rende ancora pericoloso: cross di Blaze e testa di Libertazzi con la sfera che si perde di un soffio a lato. Al 70′ calabresi che sono ancora una volta pedicolosi: tiro a giro di Libertazzi e sfera che finisce la sua corsa sulla traversa con Crispino immobile. Al 73′ è Zito a crearsi lo spazio in area di rigore ma il suo tiro viene respinto da Borsellini. Al 75′ è ancora Crispino a negare il gol al Rende, deviando in angolo una conclusione da fuori area di Origlio. La partita di fatto finisce qui: la girandola di sostituzione, qualche minuto anche per Floro Flores, compreso un cartellino giallo per lui, non regala più sussulti e dopo cinque minuti di recupero il triplice fischio del direttore di gara manda le due squadre negli spogliatoi. Festeggia la Casertana, si rammarica il Rende.

Giovanni Fiorentino