Rende: obiettivo salvezza

I calabresi, dopo la bella stagione disputata nel campionato 2018/2019, lottano per conservare la categoria

È un Rende rivoluzionato quello che bagnerà l’esordio casalingo dei falchetti per la seconda giornata del campionato di LegaPro girone C. Al cambio in panchina, con l’ex tecnico Modesto sostituito da Angelo Andreoli, la società calabrese ha fatto seguito con un mercato che ha portato in dote al nuovo allenatore ben dieci nuovi calciatori, la maggior parte dei quali molto giovani.

Con l’obiettivo di portare a casa una salvezza tranquilla, i biancorossi del patron Fabio Coscarella hanno “steccato” la prima gara della stagione cedendo il passo al Bisceglie dinnanzi al proprio pubblico. Spinti dunque dalla voglia di riscatto, l’undici che Andreoli opporrà a quello casertano sarà con ogni probabilità disposto con un 4-2-3-1.

Nessuna novità per quanto riguarda gli estremi difensori rispetto alla scorsa stagione: tra i pali Savelloni (1, 1995) che comunque sembra non rientrare nei piani della società, Borsellini (22, 1999) e Palermo (12, 2000). Proprio il portiere di origini romane classe 1999, già sceso in campo contro i pugliesi nerazzurri, sembrerebbe il maggior indiziato ad ottenere una maglia da titolare.

In difesa quasi certi di un posto i due nuovi centrali Ampollini (3, 2000) e Bruno (15, 1996), sulla corsia di destra dovrebbe essere riproposto Germinio ( 13, 1998), con il neo-acquisto Origlio (6, 1997) al suo opposto. Pronti a subentrare all’occorrenza Ciro Sicuro (2, 2000), Cipolla (4, 1998), ma anche Blaze (17, 1994) centrocampista sinistro che può ricoprire il ruolo di terzino.

A centrocampo l’esperto Loviso (8, 1984), ex Modena, dovrebbe essere affiancato da Collocolo (5, 1999) ex Francavilla in Sinni, entrambi giunti alla corte biancorossa in questa finestra di mercato. Sulla trequarti campo il tridente che dovrebbe supportare l’unica punta sarà formato dai confermati Giannotti (24, 1999) e Vivacqua (9, 1994), ma pure dal volto nuovo Scimia (16, 1999), neozelandese in prestito dal Pescara, pericoloso negli inserimenti.

Reparto offensivo che vedrà con ogni probabilità Libertazzi (7, 1992) in campo sin dal primo minuto. L’attaccante proveniente dal Gozzano, autore di 4 reti nelle 24 gare che lo hanno visto protagonista, sicuramente vorrà mettersi in mostra per provare a convincere la piazza. Pronti all’occorrenza anche Achik (14, 2000) ed il giovane Boito (20, 2001), alla ricerca di minuti da mettere nelle gambe.

Non dovrebbero prendere parte alla trasferta in Campania invece Vittorio Vigolo, attaccante classe 2000, ed Emir Murati, centrocampista anch’egli classe 2000, entrambi provenienti dal Milan ed ufficializzati nella giornata di ieri.

Clicca per visualizzare l’intera rosa del Rende.

Oreste  Cresci