La Casertana cade ancora al “Viviani”

crisèpino.jpg
Crispino in ginocchio: ha appena subito la rete ad opera di Murano (Foto Giuseppe Scialla)

Murano sblocca il risultato ed i falchetti non riescono ad impattare una gara sostanzialmente equilibrata

POTENZA – CASERTANA 1-0

Potenza: Breza; Viteritti, Giosa, Emerson, Sales (Silvestri 85′); Dettori (Ricci 63′), Iuliano, Coccia (Sepe 85′); Isgrò (Piccinni 75′), Murano, Ferri Marini (Longo 63′). A disp. Brescia, Ioime, Panico, Sepe, Giron, Di Somma, Silvestri, Souare. All. Raffaele

Casertana: Crispino; Ciriello, Rainone, Gonzalez (Floro Flores 73′); Clemente, Zito (Varesanovic 60′), Santoro, D’Angelo, Longo; Starita (Laaribi 57′), Castaldo. A disp. Zivkovic, Galluzzo, Lame, Matese, Lezzi, Longobardo, Gambino. All. Ginestra

Arbitro: Gualtieri di Asti

Rete: Murano (P) 61′

Ammoniti: Dettori, Sales, Isgrò, Giosa, Viteritti (P); Gonzalez, Ciriello, Zito, Clemente, Castaldo (C)

POTENZA – Sconfitta all’esordio per la Casertana al “Viviani”: stesso risultato dello scorso anno (1-0) ed anche in questa occasione il gol che ha deciso il risultato è arrivata nel secondo tempo. E’ bastata la rete di Murano nella ripresa per regalare al Potenza il successo al termine di un incontro dove, probabilmente, il risultato più equo sarebbe stato un pareggio. Dopo una prima frazione equilibrata (una occasione per parte per sbloccare il risultato), nella ripresa i lucani capitalizzano al meglio una incursione di Isgrò nelle vesti di rifinitore per Murano. La Casertana potrebbe replicare quasi subito con D’Angelo, ma il centrocampista non ha fortuna. Tutti i cambi in corsa di Ginestra, compreso l’inserimento di Floro Flores, non portano al risultato sperato.

Per quanto riguarda le formazioni di partenza la compagine lucana deve fare a meno degli infortunati Arcidiacono, Franca e Jukic. Ferri Marini prende il prende dell’ex Messina, mentre per il brasiliano spazio per Murano. Nella Casertana le sorprese, rispetto alle previsioni della vigilia, sono rappresentate da Ciriello e Clemente al posto di Lame e Laaribi. Parte dalla panchina Floro Flores mentre in avanti ci sono Starita e Castaldo.

Primo tempo – Poco meno di cinque minuti ed un lancio lungo verso Murano crea apprensione alla retroguardia casertana: l’attaccante prova la conclusione ma viene contrato in angolo da Gonzalez. Dopo un quarto d’ora pericolo, stavolta concreto, per la formazione di Ginestra. Ciriello svirgola il disimpegno con la palla che termina al limite ad Isgrò, la cui conclusione coglie in pieno la traversa prima di essere definitivamente allontanata dalla difesa casertana. Il Potenza insiste (18′): Dettori serve sulla sinistra Ferri Marini. Buona l’intenzione, ma la sfera sorvola il montante della porta di Crispino. La Casertana replica a distanza di qualche secondo su un calcio piazzato di Zito (19′). Sul traversone del mancino, colpo di testa di Rainone che impegna severamente Breza. Il portiere di origini canadesi sventa in angolo. Si chiude, quindi, un primo tempo sostanzialmente equilibrato con una occasione per parte. Spiccano, invece, i sette ammoniti nella prima frazione di gara.

Secondo tempo – Nessun cambio ad inizio ripresa. Il primo cambio arriva al 57′ con l’inserimento di Laaribi per Starita. Poi dopo tre minuti esordio in maglia rossoblù per il bosniaco Varesanovic che prende il posto di Zito. Sessanta secondi dopo, a sorpresa, passa il Potenza: traversone dalla destra di Isgrò che serve Murano. L’attaccante anticipa Ciriello ed infila alle spalle di Crispino (61′). La Casertana potrebbe impattare quasi immediatamente (65′). Buon servizio al limite di Laaribi per D’Angelo: corretto il controllo, meno la conclusione che termina poco lontano dall’incrocio. Sull’immediata ripartenza altra opportunità per Murano, ma Crispino ribatte di piede il tiro dell’ex Trapani. A poco più di un quarto d’ora dalla fine (73′) Ginestra gioca anche la “carta” Floro Flores che entra al posto di Gonzalez. All’84′, poi, prima Murano e poi Piccinni sfiorano il raddoppio con una Casertana in affanno che al 90′ rischia seriamente la seconda rete sempre con un Murano scatenato (bravo nell’occasione Crispino). Nei cinque minuti di recupero non accade più nulla. Falchetti sconfitti.

Redazione