E’ un Potenza a trazione anteriore

raffaele.jpg
Giuseppe Raffaele confermato sulla panchina del Potenza (Foto Giuseppe Scialla)

Alla scoperta della squadra di Raffaele, la prima avversaria in campionato della Casertana

Un Potenza rinnovato ma, soprattutto, rinforzato quello che si presenta ai nastri di partenza del campionato di Lega Pro come primo avversario della Casertana. Obiettivo di fondo quello di migliorare il quinto posto finale ottenuto al termine della scorsa stagione, ed i movimenti di mercato che hanno caratterizzato l’organico lucano sembrano dare ragione alla società del presidente Caiata.

A condizionare il pre-campionato del confermato tecnico Giuseppe Raffaele tre infortuni che hanno messo fuori causa il bomber Franca, ma pure l’altro attaccante Jukic (prelevato dal Gavorrano, avversario qualche anno fa della Casertana con la maglia dell’Isola Liri) e l’esterno Coccia.  L’allenatore siciliano ha chiesto al club un ulteriore sforzo sul mercato per sopperire alla mancanza di una punta centrale, ma fino a questo momento non è stata individuata la soluzione giusta.

Modulo di gioco da opporre alla Casertana nella gara di domenica? Raffaele già nella passata stagione (dove è passato dal 4-3-3 al 3-5-2 messo in mostra nella parte conclusiva del campionato) ha dimostrato di poter giostrare all’occorrenza su più “tavoli” e non sarebbe da escludere anche un 3-4-3 peraltro accennato durante la preparazione. Contro la Casertana, quindi, l’allenatore lucano potrebbe riproporre lo schieramento a tre attaccanti già visto all’opera nelle prime due uscite stagionali con Lanusei e Pisa.

Tra i pali ballottaggio tra i confermati Breza (1, 1998) e Ioime (22, 1987), con l’estremo difensore di origini canadesi favorito rispetto al pari-ruolo napoletano. A completare il reparto degli estremi difensori anche il giovanissimo Brescia (12, 2002) arrivato a gennaio di quest’anno dalla Vultur Rionero.

In difesa scontata la presenza dei centrali Emerson (25, 1980) e Giosa (14, 1983), ma pronti all’occorrenza anche il giovane Di Somma (26, 1997) e Silvestri (28, 1993), quest’ultimo arrivato nel corso di questa estate dalla Vibonese. Sulle corsie esterne a destra spazio per Viteritti (2, 1994), uno dei primissimi acquisti del mercato estivo e che la scorsa stagione si è messo in bella evidenza con la maglia del Rende. Sulla fascia opposta a spuntarla potrebbe essere il napoletano Panico (3, 1999) impiegato da titolare nel confronto di Coppa Italia con il Lanusei. Qualche possibilità in meno sia per Sales (15, 1988) che per il francese Giron (24, 1994). Il mancino è tornato dal prestito di gennaio al Bisceglie e sembrava destinato a lasciare in breve tempo la maglia lucana. Per il momento è rimasto nell’organico del Potenza, ma non è da escludere una cessione nelle fasi conclusive del mercato.

Linea mediana a “tre”: il volto nuovo è rappresentato dall’italo-brasiliano Iuliano (4, 1991) giunto dal Catanzaro, ma le opzioni di scelta non mancano a Raffaele grazie ai confermati Piccinni (8, 1987) e Coppola (23, 1990) ma pure con l’esperto Dettori (5, 1983). In cerca di “minutaggio”, invece, il giovane Nembot (21, 2000) giunto in prestito dal Benevento. Da non dimenticare, inoltre, la coppia ex-Matera composta dall’italo-argentino Sepe (6, 1992) e dal trequartista Ricci (10, 1990), quest’ultimo molto pericoloso negli inserimenti nella trequarti avversaria.

In avanti le partenze di Guaita e Genchi (entrambi finiti in serie D nelle fila del Taranto) sono state ampiamente sopperite dai nuovi arrivi. Sempre dall’Interregionale è arrivato l’ex Sicula Leonzio e Juve Stabia Arcidiacono (13, 1988), autore di dieci realizzazioni lo scorso anno nelle fila dell’Acr Messina, mentre dall’Eccellenza calabrese è giunto Isgrò (19, 1986) già alle dipendenze di Raffaele ai tempi dell’Igea Virtus e schierato entrambe le volte come titolare in Tim Cup. Insieme a loro anche l’ex Mantova Ferri Marini (27, 1990), mentre sembra verso la cessione, invece, Souare (30, 1997) acquisito dalla società lucana dopo la scomparsa del Siracusa.

Le conferme, oltre al capitano Franca, sono state quelle di Longo (29, 1998) e Murano (11, 1990). Il giovane attaccante era tornato a Parma dopo la fine del prestito, ma alla fine si è rinnovato l’accordo per un’altra stagione con la società ducale. Per quanto riguarda, invece, l’ex Trapani dopo le problematiche di natura fisica avute nell’ultimo campionato è atteso al definitivo riscatto. Partirà da titolare contro la Casertana al posto dell’infortunato Franca. Completa il reparto il giovane Gassama (31, 1999), ma anche lui dovrebbe lasciare l’organico rossoblù nell’ultima fase del mercato.

Per l’organico completo del Potenza clicca qui.

Massimo Iannitti