Catanzaro: manca qualcosa ad Auteri

auteri.jpg
Gaetano Auteri, tecnico del Catanzaro (Foto Giuseppe Scialla)

Tante conferme importanti nell’organico giallorosso, ma l’organico a disposizione del tecnico di Floridia appare ancora da completare

Un Catanzaro, primo avversario stagione della Casertana in Tim Cup, ancora in via di allestimento quello che in questi giorni sta completando il ritiro di Moccone sulla Sila. Nel gruppo a disposizione del confermato tecnico Gaetano Auteri mancano almeno un altro paio di elementi dopo gli addii di Furlan, estremo difensore finito al Catania, e di Bianchimano, tornato per fine prestito al Perugia società di appartenenza. Ma l’elenco potrebbe pure aumentare in caso di partenza di D’Ursi, attaccante esterno che si è messo in bella evidenza la scorsa stagione e che è seguito con insistenza dal Bari.

Per quanto riguarda gli arrivi da sottolineare l’ingaggio dall’Atalanta dell’attaccante Mangni, classe 1993 protagonisti di un buon campionato nelle fila del Monopoli, ma pure del difensore Martinelli (1988) reduce da un triennio con la casacca del Foggia. Due innesti, tra gli altri, anche a centrocampo con gli arrivi di Risolo (1996, dal Bisceglie) e Urso (1994, dalla Virtus Entella) senza dimenticare il “figlio d’arte” Di Livio (1997, già alle dipendenze di Auteri a Matera) giunto dalla Roma via Robur Siena che hanno compensato la partenza con destinazione Potenza dell’italo-brasiliano Iuliano.

All’appello mancano almeno un altro paio di arrivi. Nel ruolo di estremo difensore a Catanzaro nelle ultime settimane sono circolati i nomi di Pisseri (in uscita da Catania) o Zaccagno, promettente classe 1997 di proprietà del Torino nella seconda parte della scorsa stagione nelle fila della Vibonese. In avanti la priorità sembra rappresentata da Paponi, protagonista assoluto della promozione nella categoria cadetta della Juve Stabia, mentre sembrano in calo le quotazioni di Baclet, con la punta francese che non appare rientrare nei programmi tecnici della Reggina.

Ma il Catanzaro dovrebbe far registrare anche qualche cessione. In lista di sbarco ci sarebbero il difensore Pambianchi, con l’ex Rende che pare decisamente chiuso nel ruolo. Punto interrogativo anche sulla permanenza di Giannone, e nelle ultime ore altre voci di mercato anche interessato pure il centrocampista Statella.

Nota a margine: le strade di Auteri e della Casertana già si sono incrociate in una occasione al primo turno di Coppa Italia 2017-2018, e precisamente il 30 luglio 2017 quando l’allenatore di Floridia era alla guida del Matera. In quella circostanza i biancoazzurri lucani si imposero sulla squadra guidata da Scazzola col risultato di 2-0 con le reti di Corado e Giovinco.

Mercato Catanzaro 2019-2020

arrivi Bayeye (c, 2000), Calì (a, Montespaccato Savoia, 1997), Di Livio (c, Siena, 1997), Mangni (a, Monopoli, 1993), Martinelli (d, Foggia, 1988), Moschella (p, 2002), Novello (a, Glacis United, 1998), Pellegrino (p, Locri, 1999), Risolo (c, Bisceglie, 1996), Rizzitano (p, Nardò, 1999), Urso (c, Virtus Entella, 1994)

confermati Casoli (a, 1988), Celiento (d, 1994), Cristiano (a, 2002), De Risio (c, 1991), D’Ursi (a, 1995), Favalli (d, 1992), Fishnaller (a, 1991), Giannone (a, 1989), Kanoute (a, 1993), Maita (c, 1994), Nicoletti (d, 1998), Pambianchi (d, 1989), Riggio (d, 1996), Signorini (d, 1990), Statella (c, 1988)

Redazione