Ora i “play-off” per riscattare la stagione

pochesci bis.jpg
Sandro Pochesci nel pomeriggio di ieri a Lentini in occasione di Sicula Leonzio-Casertana (Foto Giuseppe Scialla)

La classifica avulsa premia il Monopoli; falchetti relegati in nona posizione. La Virtus Francavilla avversario da temere, nonostante il doppio confronto stagionale favorevole 

Al Sicula Trasporti Stadium “Stadio Angelino Nobile” di Lentini, termina la stagione regolare della formazione rossoblù. La vittoria, consente ai falchetti di agguantare il “pass” per la “post-season” senza dover guardare o sperare nei risultati delle dirette concorrenti. Ci arriva, in quella che era facile prevedere una domenica con tanti risultati a sorpresa, da nona in graduatoria, causa la differenza-reti che ha premiato i biancoverdi del Monopoli.

Piazzamento questo, che serve a migliorare anche lo score di Sandro Pochesci che i “play-off”, quando era alla guida del Fondi, li giocò da decimo, come ebbe modo di ricordare il tecnico romano al momento della sua presentazione. Sicuramente un risultato, come ampiamente detto in questi mesi, poco soddisfacente, ma alla luce di tutto ciò che ha caratterizzato la stagione dei falchetti è un risultato che va accettato e che rispecchia proprio l’andamento di una squadra incostante e spesso non in grado di fare quel salto di qualità che ci si aspettava.

Adesso però bisogna pensare a questo “torneo” supplementare ed a recuperare idee fisiche e mentali per affrontare al meglio questa “coda” della stagione. Casertana che non ci arriva certo da favorita, soprattutto alla luce proprio delle trentotto giornate di campionato disputate, ma rischia di diventare la vera e propria “mina vagante” di questa seconda parte di stagione, proprio in un virtù di un organico, che sarà lacunoso in alcune zone del campo, ma in altre può veramente dire la sua. Almeno questa è la speranza.

Il recupero di alcuni infortunati, come Pinna, che ha saltato quasi tutto il girone di ritorno, Floro Flores, anche ieri assente a Lentini, che non va in gol dalla gara contro la Vibonese al Pinto del 29 ottobre dello scorso anno, possono rappresentare delle armi in più per Sandro Pochesci, Naturalmente bisognerà capire l’entità degli infortuni di Zito e Padovan, usciti anzitempo dal campo ieri, e che potrebbero togliere alternative al tecnico laziale, proprio nel momento in cui pregustava di avere la rosa completa a sua disposizione.

Di sicuro la Virtus Francavilla, avversario in questo primo turno dei “play-off”, è squadra da prendere con le molle, nonostante il doppio precedente in campionato sorrida alla Casertana, e non soltanto perché potrà disporre di due risultati su tre a disposizione, ma bensì perché reduce da una serie di risultati positivi che hanno aumentato l’autostima e la consapevolezza di poter andare lontano in questo supplemento di stagione regolare.

Del resto, forse la formazione di Trocini è tra le poche che può esibire, come una sorta di “trofeo”, il fatto di aver battuto nel girone di ritorno le prime quattro della classifica: Trapani e Catania tra le mura amiche, Catanzaro e proprio ieri la Juve Stabia in trasferta. Insomma, squadra sicuramente diversa da quella che in questa stagione ha perso in entrambe le occasioni contro i falchetti. Avversario però che non deve incutere timore, soprattutto in un momento della stagione, in cui con le gare da dentro o fuori, tutto può accadere e soprattutto dove l’esperienza e i nervi saldi possono fare la differenza. Perché esserci arrivati ai “play-off” era l’obiettivo minimo, fare strada per i falchetti è l’unica strada per riscattare una stagione più in “scuro” che in chiaro.

Giovanni Fiorentino