Casertana: 3-0 alla Sicula

esultanza bis.jpg
L’esultanza della formazione rossoblù dopo il vantaggio iniziale firmato da D’Angelo (Foto Giuseppe Scialla)

Doppietta di D’Angelo nel primo tempo; nella ripresa chiude i conti Rainone

SICULA LEONZIO – CASERTANA 0-3

Sicula Leonzio: Polverino; De Rossi (Gammone 66′), Laezza, Petta, Milesi; D’Angelo (Dubickas 60′), Megelaitis, D’Amico (Esposito 60′); Rossetti (Talarico 69′), Miracoli, Vitale (Russo 66′). A disp. Pane, Aquilanti, Giunta, Cozza, Palermo, Marano, Maugeri. All. Torrente

Casertana: Adamonis; Rainone, Pascali, Lorenzini; Vacca; Blondett, D’Angelo, Santoro, Pinna (Gonzalez 74′); Matese; Padovan (Zito 58′, Zaccaro 80′). A disp. Zivkovic, Ciriello, Mancino, Genovese, Moccia, Leonetti. All. Pochesci

Arbitro: Fontani di Siena

Reti: D’Angelo (C) 3′, D’Angelo (C) 44′, Rainone (C) 72′

Recupero: primo tempo 1′; secondo tempo 5′

 

LENTINI – La Casertana termina la “regular-season” con una vittoria: decisiva la doppietta di D’Angelo in apertura e chiusura del primo tempo oltre alla rete della “staffa” siglata da Rainone. Per il resto ci ha pensato Adamonis, autore di tre interventi decisivi quando la formazione rossoblù era avanti col minimo vantaggio. Tre punti in più che non consentono alla formazione rossoblù di ottenere un piazzamento della nona piazza della graduatoria. Ai “play-off” l’avversaria sarà, quindi, la Virtus Francavilla.

Per quanto riguarda le formazioni di partenza il tecnico siciliano Torrente conferma Polverino tra i pali al posto di Pane, ma una maglia da titolare anche per Vitale che in avanti affianca Rossetti e Miracoli. In mediana prima apparizione nell’undici di partenza di D’Amico, mentre nel reparto difensivo dentro pure l’italo-peruviano Milesi, con l’ex bresciano che fino a questo momento aveva collezionato appena 5′ in campionato. Mancano per infortunio Bollino, Gomez e Ripa insieme allo squalificato Squillace. Formazione del tutto inedita quella proposta da Pochesci: “out” per squalifica Castaldo e De Marco, mentre torna disponibile D’Angelo. In mediana sulle corsie esterne vengono proposti Blondett e Pinna, mentre Matese, alla prima presenza da titolare è a supporto dell’azione offensiva di Padovan.

Primo tempo – Alla prima occasione passa la Casertana (3′): Padovan filtrante in area di rigore per D’Angelo. Tocco di esterno sull’uscita di Polverino che sfiora col ginocchio, ma non può impedire che la sfera termini in fondo al sacco. La risposta dei padroni di casa a distanza di qualche minuto (10′): iniziativa di De Rossi sulla fascia destra e traversone teso per Vitale. L’esterno sinistro sembra destinato in fondo al sacco, ma Adamonis si allunga alla propria destra e respinge la minaccia. Il portiere rossoblù si ripete al 23′: punizione dal limite di D’Amico (tocco di mano di Rainone) e pure questa volta sembra gol fatto, ma l’estremo difensore casertano sfodera un intervento in “fotocopia” di quello precedente per deviare il pallone di angolo. Poi è la Casertana ad avere una buona opportunità in contropiede (27′) con Pinna che appoggia a Padovan, ma l’attaccante rossoblù cincischia al momento del controllo e l’occasione sfuma. La Sicula Leonzio insiste (31′) ma trova sempre l’opposizione di Adamonis sulla conclusione dal limite di D’Angelo. Il raddoppio della Casertana quasi allo scadere della prima frazione di gioco (44′): Padovan si conquista un calcio di punizione giusto al limite dell’area di rigore. Battuta di Santoro che scavalca la barriera e trova la corta respinta di Polverino. In agguato D’Angelo che da sotto misura ribadisce in rete. Dopo giusto sessanta secondi di recupero a Casertana chiude, quindi, col doppio vantaggio il primo tempo grazie alla doppietta di D’Angelo, ma almeno tre le palle-gol negate ai siciliani da Adamonis, protagonista assoluto dei primi 45′ di gioco.

Secondo tempo – Ad inizio ripresa nessun cambio per le due formazioni con i tecnici che confermano gli undici di partenza, ma al 58′ un infortunio di Padovan costringe Pochesci ad inserire Zito neanche lui al meglio della condizione. Casertana, di fatto, senza neanche un attaccante di ruolo in campo, anche se passano i minuti e la Sicula Leonzio non sembra più capace di rendersi pericolosa dalle parti di Adamonis come era invece accaduto nel primo tempo. Senza punte di ruolo il terzo gol lo realizza Rainone (72′) che sfrutta al meglio un traversone dalla destra di Blondett ed un “velo” di Zito. Dopo cinque, inutili, minuti di recupero termina l’incontro.

Massimo Iannitti