Recupero: Catanzaro verso il terzo posto

bianchimano.jpg
Bianchimano ha sbloccato il risultato nella gara Catanzaro-Viterbese (Foto Giuseppe Scialla)

La squadra di Auteri supera una Viterbese scesa in campo al “Ceravolo” con una formazione imbottita di seconde linee ed elementi dell Berretti

Col recupero della sedicesima giornata Catanzaro-Viterbese disputato questo pomeriggio al “Ceravolo” terminato col successo dei padroni di casa si è chiuso ufficialmente… il girone di andata nel raggruppamento meridionale di Lega Pro. Mancava solo questa partita per mettere la parola “fine” alla lunga serie di recuperi che ha interessato la formazione laziale dopo il ritardo con il quale i gialloblù (al quinto stop di fila tra campionato e Coppa Italia) hanno iniziato la loro stagione.

Match che ha avuto una vigilia “turbolenta” proprio per la Viterbese con l’esonero del tecnico Calabro (al suo posto è arrivato l’ex Catania Rigoli, rimasto nel Lazio ad allenare i titolari in vista dell’impegno di Coppa Italia col Monza di mercoledì prossimo) e la partenza verso Catanzaro di una compagine imbottita di seconde linee ed Juniores. Per quanto riguarda, invece, la formazione giallorossa, terzo posto a portata di mano: domenica prossima sarà necessario superare sempre sul terreno di gioco amico il Trapani (già sicuro del secondo posto) per scavalcare definitivamente in graduatoria il Catania (opposto ad un Rieti senza problemi di classifica) grazie al miglior punteggio ottenuto negli scontri-diretti.

La gara si sblocca poco dopo la mezz’ora (31′) grazie alla realizzazione di testa ad opera di Bianchimano che infila la porta di Forte. Il raddoppio, sempre di testa, ad inizio ripresa ad opera di Signorini (49′) che chiude con largo anticipo la partita. Poi il risultato non cambia più fino allo scadere.

Da ricordare, inoltre, il ritorno in campo del difensore catanzarese Pambianchi (l’ultima volta in campionato lo scorso mese di settembre contro la Vibonese) ed i tanti esordi in campionato nella squadra ospite guidati in panchina da Alberto Villa (qualche anno fa attaccante del Casarano ed avversario anche della Casertana in serie D) “secondo” dell’esonerato Calabro: in campo per la prima volta nella stagione i giovani Del Prete e Capparella (classe 2000) insieme a Franco, Ricci, Vari, Canestrelli, Matteo ed Emanuele Menghi (2001).

CATANZARO – VITERBESE 2-0

Catanzaro (3-4-3): Furlan; Celiento, Figliomeni (Nicoletti 85′), Signorini; Statella, Iuliano, Maita, Favalli; Casoli (Giannone 53′), Bianchimano (Ciccone 64′), Fishnaller (Pambianchi 85′). All. Auteri, 

Viterbese (5-3-2): Forte; Del Prete (Canestrelli 76′), Sparandeo, Franco (Vari 60′), Milillo, Coppola (M. Menghi 76′); Ricci, Artioli, Capparella (E. Menghi 53′); Bismark, Molinaro. All. Villa

Arbitro: Meleleo di Casarano

Reti: Bianchimano (C) 31′, Signorini (C) 49′

Classifica: Juve Stabia 77; Trapani 73; Catania, Catanzaro 64; Potenza 54; Virtus Francavilla 52; Reggina 49; Monopoli, Casertana 48; Cavese, Rende 47; Viterbese 45; Sicula Leonzio, Vibonese 42; Rieti 38; Siracusa 35; Bisceglie 26; Paganese 20; Matera -18.

  • un punto di penalizzazione per Juve Stabia, Rende, Trapani; 
  • due punti di penalizzazione per Monopoli;
  • tre punti di penalizzazione per Bisceglie;
  • quattro punti di penalizzazione per Reggina, Rieti;
  • sette punti di penalizzazione per Siracusa;
  • trentaquattro punti di penalizzazione per Matera

Redazione