Casertana: a “secco” senza Castaldo

padovan.jpg
Padovan in azione contro la Sicula Leonzio nella gara disputata lo scorso mese di dicembre (Foto Giuseppe Scialla)

Pochesci dovrà affidarsi all'”amuleto” Padovan che contro le siciliane ha un conto aperto

Diciassette reti in trentadue apparizioni in campionato. Bastano questi numeri per sottolineare l’importanza di Gigi Castaldo nella Casertana edizione 2018-2019. Capocannoniere non solo della formazione rossoblù, ma di tutto il raggruppamento meridionale di Lega Pro.

Domenica prossima al “Sicula Stadium” il tecnico Pochesci dovrà fare a meno del suo attaccante principe che, da solo, ha messo a segno quasi la metà delle reti siglate dalla Casertana in tutto il campionato. Assenza importante, quindi, per una squadra che pure ha mandato nel tabellino dei marcatori altri quattordici elementi oltre all’ex Avellino.

Castaldo finora ha saltato per infortunio appena due gare in campionato, ed in entrambe le occasioni la Casertana è rimasta a “secco”. La prima in trasferta al “De Simone” di Siracusa (0-0); la seconda, successiva, al “Pinto” contro la Reggina (0-1).

Per la trasferta sull’isola di domenica prossima bisognerà fare diversamente affidandosi ad altri elementi per portare a casa una vittoria che significherebbe accesso ai “play-off”. Tra questi Padovan che contro le siciliane sembra avere un conto aperto: minimo il contributo in termini realizzativi del mancino torinese (sette reti in sessantuno apparizioni nelle ultime due stagioni), ma ben quattro marcature Padovan le ha siglate a formazioni etnee. Due contro il Catania (in occasione della vittoriosa trasferta dello scorso campionato) ed altrettante proprio alla Sicula Leonzio, avversaria nel pomeriggio di domenica. Per l’attaccante classe 1994 il conto è chiuso con tre gol messi a segno contro Andria (stagione 2017-2018), Virtus Francavilla e Bisceglie (nel campionato in corso).

Redazione