Casertana, pari senza emozioni

romano.jpg

Un nulla di fatto che serve poco ai falchetti in chiave play off mentre i lucani consolidano il quinto posto in classifica grazie ad un ottimo girone di ritorno 

CASERTANA – POTENZA 0-0

Casertana: Adamonis; Rainone, Pascali, Lorenzini; De Marco (14’st Floro Flores), Vacca, Santoro, Romano; Padovan (36’st Blondett), Castaldo, Zito (19’pt Pinna). A disp. Zivkovic, Amoroso, Ciriello,   Matese, Gonzalez, Mancino, Genovese, Moccia, Zaccaro. All. Coraggio (Pochesci squalificato)

Potenza: Ioime; Sales, Emerson, Giosa; Coppola, Piccinni, Dettori (40’st Di Somma), Sepe; Ricci (11’st Guaita); Bacio Terracino (24’st Longo), Murano (24’st Genchi). A disp. Breza, Mazzoleni, Matino, Panico, Matera, Di Modugno, Lescano. All. Raffaele

Arbitro: Daniele Rutella di Enna

Assistenti: Giorgio Rinaldi e Claudio Barone di Roma 1

Ammoniti: Pascali (C), Vacca (C), Castaldo (C), Dettori (P), De Marco (C), Giosa (P)

Recupero: primo tempo 1′; secondo tempo 4′

CASERTA – Finisce con un nulla di fatto al “Pinto” il derby rossoblù in chiave play off tra la Casertana e il Potenza.  I lucani scendono in campo per confermare il quinto posto in classifica, i falchetti per conquistare un posto al sole che però non può salvare del tutto una stagione nata sotto altri auspici. Per quanto riguarda le formazioni di partenza nella Casertana manca lo squalificato D’Angelo: al suo posto si rivede in campo sin dal primo minuto Romano, assenti per infortunio Meola, mentre siedono in panchina Floro Flores, Blondett, Pinna e Mancino. “Out” per infortunio nella compagine ospite sia Coccia che Franca. In avanti partono come titolari sia Murano che Genchi mentre torna tra i pali Ioime dopo tre turni di assenza per scelta tecnica.

Primo tempo – La prima azione pericolosa è per i rossoblù di casa, è l’8′ quando Padovan si invola verso l’area di rigore del Potenza, appena dentro tenta di servire Castaldo che viene colto fuori tempo e sfuma una chiara occasione da gol. Due minuti e il Potenza si fa vedere dalle parti di Adamonis con un tiro dalla distanza dell’ex casertano Bacio Terracino la cui conclusione termina di poco al lato. Al 19′ la Casertana è costretta al cambio: fuori Zito per una distorsione alla caviglia, dentro Pinna che mancava al Pinto dal 26 dicembre dello scorso anno, gara interna con la Sicula Leonzio. Minuto 20′, calcio di punizione per la Casertana, dal limite dell’area di rigore del Potenza batte Romano che sfiora l’incrocio dei pali con una perfetta esecuzione. Al 34′ Pinna conquista la sfera a centrocampo e appena arrivato a limite dell’area serve Castaldo che però, praticamente a porta vuota, non riesce ad agganciare il pallone. Tre minuti più tardi Vacca crossa al centro per il solito Castaldo che corregge di petto per l’accorrente Santoro che dal limite tira di prima intenzione, la conclusione è sporcata da un difensore che devia in angolo. Nel minuto di recupero vengono ammoniti per reciproche scorrettezze Dettori, capitano del Potenza, e Castaldo, quest’ultimo diffidato non giocherà l’ultima di campionato che vedrà i falchetti viaggiare verso Lentini, in Sicilia per affrontare la Sicula Leonzio.

Secondo tempo – I primi dodici minuti della ripresa sono privi di qualsiasi emozioni e azioni degne di nota, da segnalare solo l’ammonizione di De Marco, anche lui diffidato, che salterà l’ultima di campionato. Al 14′ Coraggio, che sostituisce in panchina lo squalificato Pochesci, richiama negli spogliatoi lo stesso De Marco e manda in campo Floro Flores che aveva saltato le ultime tre partite. Bisogna attendere il 32′ per riportare un’azione sui nostri taccuini, azione insistita della Casertana, l’ultimo tiro verso la porta di Ioime è di Romano con il Potenza che si salva in angolo, dalla bandierina Pinna per il colpo di testa di Pascali di poco alto sopra la traversa. Il Potenza reagisce e al 35′ Genchi in area casertana libera di tacco Guaita che conclude di poco a lato. Brivido per i tifosi rossoblù di casa. Al  41′ calcio di punizione di Floro Flores con Ioime che respinge a volo con i pugni. La Casertana insiste e al 43′ cross in area di Vacca per la testa di Castaldo conclusione ribattuta in angolo.  Dopo quattro minuti di recupero concessi dal direttore di gara le squadre vanno negli spogliatoi con i falchetti alquanto delusi per non essere riusciti a centrare una vittoria utilissima in chiave play off.

Pasquino Corbelli