Casertana: a disposizione un solo risultato

squadra.jpg

Le probabili formazioni della gara di domani pomeriggio al “Pinto”

Quattro partite per dare un “senso” ad un intero campionato. Quattro-partite-quattro per ottenere i “play-off” e rimandare al supplemento di stagione regolare ogni ulteriore speranza/ambizione della Casertana.

La vittoria di domenica scorsa a Monopoli è servita a riaccendere l’attenzione: ora è tempo di tornare a dare la caccia alla qualificazione “play-off” anche sul terreno di gioco amico. Servono i tre punti: e basta, senza mezzi termini. Il Siracusa “non sarà un ostacolo da sottovalutare“, certo, ma sulla carta è una formazione che appare ampiamente alla portata di qualunque Casertana, anche quella che, per l’ennesima volta, si presenta come raffazzonata alla gara di domani (fischio d’inizio alle ore 14,30).

Squalificato Pinna ma, tenendo conto delle condizioni non certo ottimali del mancino sardo, l’ammonizione fortemente voluta col Monopoli appare il miglior provvedimento disciplinare rimediato dalla Casertana quest’anno in mezzo a tante squalifiche gratuite o quasi. Non ci sarà Romano, e questo appare un peccato tenendo conto che il centrocampista proprio nelle ultime uscite sembrava aver ritrovato quella condizione mai evidenziata nel corso della stagione. In forse Floro Flores e Vacca non al meglio. Di contro la direzione tecnica ritrova Padovan, Zito e l’ex Mancino, con questi ultimi che, per stessa ammissione dell’allenatore ex Ternana, non scenderanno in campo dal primo minuto.

Difficile dunque ipotizzare la formazione che fronteggerà il Siracusa, ma non è da escludere un “4-3-3” con Adamonis tra i pali, alle spalle di Blondett, Rainone, Pascali e Meola. In mediana D’Angelo dovrebbe essere supportato da Santoro e De Marco, mentre in attacco Castaldo, potrebbe avere in Padovan e Cigliano i suoi compagni di reparto. Il tutto, ovviamente, con beneficio di inventario.

Di contro la compagine siciliana, reduce dalla vittoria contro il Rieti, la quarta di fila, che è servita a raggiungere una salvezza matematica. Eppure l’ulteriore annunciata penalizzazione in classifica del Siracusa non mette al sicuro una squadra che ha dalla sua parte solo tre “cartucce”, ovvero tre partite tenendo conto del turno di riposo che osserverà sabato prossimo. A Caserta la formazione di Raciti non verrà certo a fare “passerella”, ma è lecito attendersi una squadra pungente soprattutto nelle ripartenze. E potrebbe esserci pure qualche novità rispetto all’undici vittorioso mercoledì scorso col Rieti: in rampa di lancio sia Giovanni Fricano che Tiscione in panchina nel recupero infrasettimanale.

La direzione dell’incontro è stata affidata alla giacchetta nera piemontese Matteo Gualtieri della sezione Aia di Asti. Al suo fianco i collaboratori Antonio Severino di Campobasso e Giulio Basile di Chieti.

CASERTANA – SIRACUSA

Casertana (4-3-3): Adamonis; Blondett, Rainone, Pascali, Meola; Santoro, D’Angelo, De Marco; Cigliano, Castaldo, Padovan. All. Pochesci

Siracusa (4-2-3-1): Crispino; Daffara, Turati, Bertolo, Bruno; Palermo, Facundo (Gio. Palermo); Parisi, Catania, Russini (Tiscione); Vazquez. All. Raciti

Oreste Cresci