Castaldo sbanca il “Veneziani”

mangni.jpg
L’espulsione di Mangni nel finale di primo tempo di Monopoli-Casertana (Foto Giuseppe Scialla)

La Casertana torna al successo esterno che mancava dallo scorso mese di dicembre

MONOPOLI – CASERTANA 0-1

Monopoli (3-5-2): Pissardo; Rota (Maimone 46′), De Franco, Mercadante; Fabris, Paolucci (Mariano 82′), Scoppa (Montinaro 90′), Sounas (Berardi 67′), Donnarumma (Gatti 67′); Gerardi, Mangni. A disp. Crisanto, Guido, Sanzone, Mangione, Cavallari, Antonacci. All. Scienza

Casertana (3-5-1-1): Adamonis; Lorenzini (Zaccaro 46′, Matese 84′), Pascali, Rainone; Meola, De Marco, D’Angelo (Mancino 29′), Blondett, Gonzalez; Cigliano; Castaldo. A disp. Zivkovic, Ciriello, Pinna, Genovese, Moccia, Floro Flores. All. Pochesci

Arbitro: Longo di Paola

Rete: Castaldo (C) 63′

Ammoniti: Gonzalez (C, 60′), Pinna (C, 63′), Zaccaro (C, 75′), Scoppa (M, 87′), Adamonis (C, 91′)

Espulsi: Magni (M, 44′) per fallo di reazione a gioco fermo

Recupero: primo tempo 3′; secondo tempo 5′

 

MONOPOLI – Sotto una incessante pioggia la Casertana passa al “Veneziani” e vendica la sconfitta del girone di andata. Decide Castaldo (quindicesima rete stagionale per lui) bravo ad approfittare di una indecisione della retroguardia biancoverde. La Casertana sfrutta nel migliore dei modi una superiorità numerica maturata poco prima dell’intervallo a causa dell’espulsione di Mangni, e conquista una vittoria esterna che mancava dallo scorso 30 dicembre (2-1 al “Lamberti” contro la Cavese). Tre punti in più che consentono alla Casertana di tornare a sperare nell’accesso ai “play-off”.

Per quanto riguarda le formazioni di partenza il Monopoli deve fare a meno dello squalificato Zampa, ma pure degli infortunati Bastrini, Mendicino e Salvemini. In avanti la coppia è costituita da Gerardi e Mangni. “Solito” undici di emergenza, invece, per la Casertana dove tra gli altri sono assenti Padovan e Zito, appiedati dal Giudice sportivo. Compagine imbottita di difensori più che per necessità che per convinzione tecnica,  con Blondett schierato a centrocampo al fianco di D’Angelo e De Marco, mentre in panchina si rivedono sia Mancino che Pinna. 

Primo tempo – La prima iniziativa è dei padroni di casa con Donnarumma: traversone lungo dalla sinistra con Fabris che sul palo lontano appoggia di piatto ma direttamente sul fondo (2′). Più pericolosa, invece, la Casertana a distanza di qualche minuto (8′). Cross dalla destra di Meola e corta respinta della difesa biancoverde: il sinistro poco dentro l’area di Castaldo viene bloccato in due tempi da Pissardo bravo ad allungarsi sulla sua destra. Altra “fiammata” del Monopoli, poi, al 12′: palla persa a centrocampo dalla formazione rossoblù con Mangni che giunto ai venti metri prova la conclusione di potenza alta, però, sulla traversa. Al 29′ termina anticipatamente la partita di D’Angelo alle prese con un probabile problema muscolare. Al suo posto entra “a freddo” Mancino assente dalla gara interna con la Juve Stabia. Al 41′ pericoloso pallone perso da Meola al limite dell’area di rigore: Sounas lascia partire un insidioso traversone che capitan Rainone riesce a sventare in anticipo su Gerardi posizionato a due passi dalla porta. Poco prima dell’intervallo il Monopoli resta in inferiorità numerica: a gioco fermo spintone in reazione di Mangni ai danni di Rainone che cade a terra. Attento il direttore di gara che manda l’attaccante anticipatamente negli spogliatoi (44′). Nei tre minuti di recupero non accade nulla e le due squadre vanno negli spogliatoi sul risultato di parità iniziale.

Secondo tempo – Ad inizio ripresa un cambio per parte. Nel Monopoli fuori Rota per Maimone, mentre la Casertana inserisce un attaccante in più (Zaccaro) per un difensore (Lorenzini) per provare a sfruttare l’uomo in più. Cambia di conseguenza lo schieramento tattico della formazione rossoblù che dal “3-5-1-1” passa al “3-3-1-3”: difesa “a tre” con Pascali, Rainone e Gonzalez e terzetto pure a centrocampo con Meola, Blondett e De Marco. Mancino, infine, a supporto dell’inedito “trio” offensivo composto da Cigliano, Castaldo e Zaccaro. Al 52′ grossa opportunità per il Monopoli. Traversone basso di Fabris dalla destra con Rainone che allontana corto: il neo-entrato Maimone tenta il tiro di prima intenzione che Adamonis blocca in due tempi non senza difficoltà. Insiste la formazione di casa. Maimone serve al limite dell’area Sounas: controllo e conclusione a rete troppo centrale per impensierire l’estremo difensore rossoblù (55′). La risposta della Casertana è affidata ad un sinistro dalla distanza di Cigliano che non crea troppi problemi a Pissardo (57′). La Casertana passa sei minuti dopo (63′): Mancino in profondità per Castaldo, ma De Franco sembra ampiamente in vantaggio sul pallone. Il difensore centrale biancoverde cincischia al momento del controllo in attesa forse dell’intervento del proprio portiere e consente a Castaldo di dare il tocco vincente per infilare Pissardo. Sotto di una rete Scienza cerca di cambiare qualcosa sia in difesa che in avanti con gli inserimenti di Gatti e Berardi per Donnarumma e Sounas (67′). Ed il Monopoli sfiora il pareggio al 74′: gran conclusione dalla distanza di Paolucci con Adamonis costretto all’incrocio dei pali a smanacciare il pallone in angolo. La replica della formazione rossoblù con Mancino (79′): destro da distanza “siderale” che finisce non lontano dalla porta difesa da Pissardo. La Casertana potrebbe anche colpire in contropiede a distanza di sessanta secondi (80′), ma Cigliano spreca malamente da buona posizione. A questo punto della partita Scienza gioca il “tutto per tutto” (82′): dentro un altro attaccante (il giovane Mariano) per un centrocampista (Paolucci). La panchina della Casertana risponde con l’inserimento di Matese per Zaccaro (84′). E proprio la squadra rossoblù all’87′ ha la possibilità di chiudere il match in rapido contropiede. Cigliano allarga per Meola che prova l’assist a Rainone chiuso da Mariano in ripiegamento difensivo. Nei cinque minuti di recupero concessi “arrembaggio” del Monopoli, ma la Casertana resiste e vince.

Classifica: Juve Stabia 68; Trapani 64; Catania 60; Catanzaro 57; Potenza 50; Virtus Francavilla 46; Casertana, Monopoli, Viterbese 44; Rende 43; Sicula Leonzio, Vibonese 42; Cavese, Reggina 40; Rieti, Siracusa 33; Bisceglie 26; Paganese 14; Matera -18.

  • un punto di penalizzazione per Juve Stabia, Rende, Siracusa, Trapani; 
  • due punti di penalizzazione per Monopoli;
  • quattro punti di penalizzazione per Reggina;
  • trentaquattro punti di penalizzazione per Matera

Massimo Iannitti