La Viterbese passa al “Massimino”

forte.jpg
Francesco Forte è tornato in campo dopo una lunga assenza contro il Catania (Foto Giuseppe Scialla)

Male il Catania; i laziali salgono al sesto posto in graduatoria raggiungendo il Monopoli

Si è giocato al “Massimino” il recupero Catania-Viterbese, gara valida per la nona giornata di campionato non disputata lo scorso 27 ottobre. Successo di misura, ma comunque meritato, della Viterbese contro la compagine etnea.

Gara che si sblocca poco dopo la mezz’ora (31′): Tsonev su calcio di punizione (azione fallosa di Silvestri con relativa ammonizione, per lui si tratta del decimo “giallo” in campionato e sarà fermato per un turno dal Giudice sportivo) che scavalca la barriera ed infila la porta difesa da Pisseri. Dopo il vantaggio laziale Novellino prova a cambiare qualcosa nella formazione etnea con l’inserimento di Sarno per Angiulli, ma è ancora la Viterbese a sfiorare la marcatura sempre con Bismark con una conclusione dal limite (41′). Primo tempo che si chiude, quindi, col vantaggio della compagine ospite. Nella seconda frazione di gioco la panchina rossazzurra inserisce in rapida successione prima Manneh e poi Rizzo, ma cresce pure il nervosismo dei protagonisti in mezzo al campo con sei “gialli” nel primo quarto d’ora della ripresa: tra gli altri sanzionati con l’ammonizione sia Marotta che Bismark. Entrambi erano in “diffida” e salteranno la prossima partita di campionato. Al 69′ ci sarebbe anche il pareggio del Catania con Brodic che ribadisce in rete una respinta di Forte, ma il direttore di gara annulla per posizione di fuorigioco dello stesso attaccante siciliano. A poco meno di dieci minuti dalla fine la Viterbese ha la possibilità del colpo del “ko”, ma Pacilli, dopo aver saltato pure Pisseri, si vede ribattuta la conclusione da Silvestri. Nei minuti di recupero “rosso” diretto per Coda (seconda espulsione in nove presenze di campionato) reo di un brutto fallo ai danni di Manneh, ma altra occasionissima per la Viterbese con Pisseri che sventa su Molinaro.

Nella Viterbese da segnalare la presenza in campo di Francesco Forte: l’ex estremo difensore rossoblù, pur restando un tesserato della società laziale, alla fine dello scorso mese di gennaio era stato messo “fuori lista” dopo l’arrivo degli altri due portieri Thiam e Valentini. Dopo l’infortunio di quest’ultimo nella gara di domenica scorsa col Trapani e la rescissione contrattuale con Baldassin (pure lui infortunato, nella partita con la Virtus Francavilla ha subito la lesione del crociato anteriore al ginocchio destro), Forte è stato reintegrato nella “lista” della Viterbese.

CATANIA – VITERBESE 0-1

Catania (3-5-2): Pisseri; Aya, Silvestri, Marchese (Llama 80′); Calapai, Carriero (Rizzo 56′), Lodi, Angiulli (Sarno 37′), Valeau (Manneh 46′); Di Piazza, Marotta (Brodic 56′). A disp. Bardini, Lovric, Liguori, Baraye, Bucolo, Mujkic, Esposito. All. Novellino

Viterbese (3-5-2): Forte; Atanasov, Rinaldi, Coda; De Giorgi (Sparandeo 73′), Palermo, Damiani, Tsonev, Mignanelli; Bismark (Molinaro 60′), Vandeputte (Pacilli 60′, Milillo 89′). A disp. Thiam, Bertolini, Cenciarelli, Del Prete, Coppola, Zerbin, Polidori, Artioli. All. Calabro

Arbitro: Paterna di Teramo

Rete: Tsonev (V) 31′

Espulso: Coda (V) 91′

Classifica: Juve Stabia 65; Trapani 64; Catania, Catanzaro 57; Potenza 47; Monopoli, Viterbese 44; Virtus Francavilla 43; Vibonese 42; Casertana 41; Cavese, Reggina, Rende 40; Sicula Leonzio 39; Rieti, Siracusa 32; Bisceglie 29; Paganese 14; Matera -18.

  • un punto di penalizzazione per Juve Stabia, Rende, Siracusa, Trapani; 
  • due punti di penalizzazione per Monopoli;
  • quattro punti di penalizzazione per Reggina;
  • trentaquattro punti di penalizzazione per Matera

Prossimo turno (07.04.2019) – Catania-Bisceglie; Catanzaro-Virtus Francavilla; Juve Stabia-Trapani; Monopoli-Casertana; Paganese-Rieti; Potenza-Cavese; Rende-Matera 3-0 a tavolino; Reggina-Sicula Leonzio; Siracusa-Vibonese; riposa – Viterbese

Redazione