“Voglio riaccendere l’entusiasmo”

staff 2.jpg

Le prime parole di Pochesci, nuovo allenatore della Casertana

A Caserta qualsiasi allenatore ci sarebbe venuto a piedi. Quando ti chiama un club come la Casertana non puoi dire di no, anche a sei giornate dalla fine. In questo momento mi gioco tutto“. Queste le prime parole di Sandro Pochesci in occasione della conferenza-stampa di presentazione dell’allenatore romano.

Abbiamo una situazione difficile in termini di squalifiche ed infortuni. Ma non attribuisco  delle colpe a chi mi ha preceduto – ha continuato Pochesci – Da parte mia voglio riaccendere entusiasmo. Moduli? Darò dei principi e proverò a capire il materiale tecnico che ho a disposizione. Abbiamo elementi importanti, uno su tutti Floro Flores“.

Al suo fianco lo staff al completo che lavorerà con lui per raddrizzare la stagione della formazione rossoblù. “La società mi ha dato carta bianca in questo senso. Una motivazione in più per tutti noi. Il presidente? Ho visto una persona passionale, ma ferita. Tra i miei compiti quello di far tornare la voglia di continuare l’avventura a D’Agostino” il commento del nuovo tecnico della Casertana.

Sui “play-off” ancora tutti da conquistare Pochesci ha la sua idea. “Decimo posto? L’ho fatto col Fondi. Qui a Caserta e con questa squadra pretendo altro. La prestazione la pretendo. A Caserta voglio essere ricordato come l’allenatore che vince qualcosa, non il tecnico che è venuto qua per fare sei partite“.

Un invito rivolto dal nuovo tecnico della Casertana anche ai tifosi. “Compattiamoci, uniamoci. Stiamo vicino alla squadra Ho riportato la gente allo stadio di Terni. Lo farò anche a Caserta. Ho conosciuto il pubblico di Caserta: è davvero il dodicesimo uomo in campo. Abbiamo bisogno di voi“.

L’ultimo messaggio è verso la squadra. “A questi ragazzi ho chiesto amore, passione ed un sogno. Non debbono essere solo sei partite“.

Massimo Iannitti