Esposito-Di Costanzo: gestione deficitaria

di costanzo bis.jpg
Di Costanzo e di spalle Esposito a Pagani (Foto Giuseppe Scialla)

Per la coppia media-punti inferiore a quella di Fontana

Affiancherò Esposito, lo aiuterò a crescere ed a migliorare arricchendo il suo bagaglio di esperienze. Sarò un supervisore, uno strumento culturale e scientifico“. Queste le parole di Nello Di Costanzo lo scorso 6 dicembre, il giorno del suo “affiancamento” a Raffaele Esposito alla conduzione tecnica della Casertana.

A distanza di oltre tre mesi i numeri sono decisamente contro la coppia tecnica che ha sostituito Gaetano Fontana. Il 24 novembre scorso, dopo il successo al “Pinto” contro la Paganese, la Casertana aveva 18 punti in classifica in dodici gare di campionato ed occupava la settima piazza della classifica con undici lunghezze di svantaggio dalla vetta della graduatoria occupata dalla Juve Stabia. Per l’allenatore catanzarese, esonerato dopo la vittoria contro gli azzurrostellati, una media di 1,5 punti a partita.

A distanza di un intero girone le cose non sono certo migliorate, anzi. In diciotto partite della gestione Esposito-Di Costanzo (considerando anche quella di Rende dopo il giovane tecnico era da solo alla guida della formazione rossoblù) ha raccolto 23 punti con una media di 1,27 a partita. Decisamente poco pur considerando tutte le problematiche che hanno interessato la Casertana nella seconda parte della stagione.

Redazione