Girone C: Stabia, sconfitta che non fa male

fabio.jpg
Fabio Caserta, tecnico della capolista Juve Stabia (Foto Giuseppe Scialla)

La capolista perde l’imbattibilità, il Trapani non ne approfitta. Le giornate che mancano

Dopo ventotto partite termina l’imbattibilità della Juve Stabia sconfitta al “Massimino” di Catania. Ma finisce clamorosamente “ko” pure il Trapani sul terreno di gioco della Virtus Francavilla.  Resta tutto invariato in testa alla graduatoria, anche se prova a rimettersi in gioco il Catania dopo il successo sulla capolista. Juve Stabia, però, che resta, calendario e classifica alla mano, la favorita per la promozione nella serie cadetta.

Juve Stabia 63 – una gara in meno e vantaggio inalterato. Sorride nonostante lo stop la formazione gialloblù. Sette partite da disputare e quattro di queste saranno al “Menti”. Inoltre già tre punti in più in classifica per la mancata trasferta di Matera.

in casa – Rieti, Trapani, Vibonese, Virtus Francavilla.

in trasferta – Bisceglie, Sicula Leonzio, Matera.

Trapani 61 – i granata siciliani hanno avuto una enorme possibilità di riaprire il campionato ma l’hanno sprecata. Non saranno partiti per vincere il titolo, ma potevano andarci vicini. Sei partite alla fine del torneo: praticamente fuori dai giochi.

in casa – Viterbese, Potenza, Paganese.

in trasferta – Juve Stabia, Rende, Catanzaro.

Catania 57 – sotto l’Elefante iniziano a mangiarsi le mani: forse tardiva la sostituzione tecnica di Sottil con Novellino. Troppi punti persi per strada e Juve Stabia che appare irraggiungibile.

in casa – Viterbese, Bisceglie, Sicula Leonzio, Rieti.

in trasferta – Reggina, Virtus Francavilla, Cavese.

Redazione