Casertana: preannuncio di reclamo

atanasov bis.jpg
Atanasov in marcatura su Castaldo (Foto Giuseppe Scialla)

Dubbi sulla regolarità della posizione di Atanasov, ma la Viterbese appare tranquilla

Con ogni probabilità la Casertana presenterà “preannuncio di reclamo” avverso il risultato maturato sul campo con la Viterbese. Pomo della discordia la posizione di Zhivko Atanasov, numero 3 della compagine laziale opposta nel pomeriggio di oggi a quella rossoblù.

Il difensore bulgaro classe 1991 lo scorso 6 marzo in occasione del recupero disputato al “Rocchi” contro il Monopoli ha collezionato la quinta ammonizione stagionale rimediando una giornata di stop disciplinare come sancito dal Comunicato Ufficiale del Giudice sportivo n. 271 del 7 marzo.

Giornata di squalifica che Atanasov avrebbe dovuto scontare nella gara immediatamente successiva come da calendario, quella col Matera (le squalifiche in campionato non si scontano, inoltre, in Coppa Italia). Lucani che, invece, sono stati esclusi dal campionato con la Viterbese che ha incamerato, senza giocare, i tre punti.

Torna in “auge” l’articolo 22 del Codice di Giustizia Sportiva che al comma quarto prevede che “le gare, con riferimento alle quali le sanzioni a carico dei tesserati si considerano scontate, sono quelle che hanno conseguito un risultato valido agli effetti della classifica o della qualificazione in competizioni ufficiali, ivi incluse quelle vinte per 3‐0 o 6‐0 ai sensi dell’art. 17, e non sono state successivamente annullate con decisione definitiva degli Organi della giustizia sportiva. Nel caso di annullamento della gara, il calciatore deve scontare la squalifica nella gara immediatamente successiva alla pubblicazione del provvedimento definitivo“.

Come considerare la gara col Matera? La Casertana, nella medesima situazione, si comportò diversamente e preferì non schierare Blondett in occasione della trasferta sul campo della Vibonese. Con una dichiarazione informale la società rossoblù tenne a sottolineare che “i nostri professionisti considerano che la squalifica non si ritiene scontata“.

Di tenore completamente opposto, invece, la Viterbese che a fine gara, con le parole del tecnico Calabro ha evidenziato che “relativamente ad Atanasov abbiamo avuto rassicurazioni da parte della Lega che potesse giocare“.

Delle due l’una: fatto sta che una delle due società, in un modo o nell’altro, rischia seriamente una pessima figura.

Massimo Iannitti